...

Il gelato del CaterTour più buono di Senigallia è il gusto ispirato al dolce della tradizione Bostrengo dedicato al “ Festival della crisi” Caterraduno edizione 2009 ideato dalla gelateria Neve e Miele di Roberta Nicolini.Lo ha decretato la giuria di Caterchef, la gara dedicata alle gelaterie cittadine che dovevano inventare un nuovo gusto di gelato ispirato ai titoli di una delle passate edizioni del Caterraduno.




...

Gli Internazionali d'Italia Open che si sono svolti a L'Aquila questo fine settimana erano più di una gara, se pur importante, rappresentavano infatti dopo questo interminabile periodo di pandemia il rilancio delle competizioni mondiali di pattinaggio di velocità, e con esso il migliore auspicio per la rinascita della città e il ritorno allo splendore e alla vivacità che la caratterizzano.



...

Buon inizio di campionato per il TCF Racing Team con il pilota senigalliese Simone Saltarelli nel campionato National Trophy categoria SBK. Nella gara di esordio svoltasi lo scorso week end sul circuito del Mugello, Saltarelli ha ottenuto un ottimo 6 posto, piazzandosi a ridosso del podio. Ma riavvolgendo il film del week end si parte dal giovedì quando durante le prime prove il centauro senigalliese nel testare la moto e provando a forzare è caduto facendo danni alla Ducati Panigale V4.



...

UNO CHE TI AMA PIÙ DI ME è una miscela esplosiva, con il suo groove che ti entra dentro e ti spinge in aria per farti ballare. In questo brano gli SHAMPISTI si vestono da Big Band e aiutati da una bella sezione fiati e cori, ci trascinano in atmosfere funk.


...

Sono passati solamente quindici giorni dal Campionato Nazionale di pattinaggio di velocità su Ghiaccio di Baselga (TN), dove Linda Rossi ha conquistato due importantissimi podi. Ecco che, lasciate le lame e salita sulle ruote, la campionessa marchigiana fa nuovamente parlare di sé con altre due splendide medaglie, questa volta conquistate nel pattinaggio di velocità Inline al Campionato Italiano Indoor di Pescara.



...

Cinque le settimane nelle quali i pattinatori sono stati isolati dal resto del mondo, nella “bolla olandese” di Heerenveen. Un tempo lunghissimo se si pensa che tutta la stagione agonistica internazionale si è svolta lì, ed è culminata con il Campionato Mondiale disputato proprio in chiusura durante il weekend. Non è stato solo un impegno fisico dunque, ma anche e soprattutto un impegno mentale per mantenere la concentrazione e arrivare all’appuntamento finale e più importante nella migliore condizione.