...

Da oggi mercoledì 21 settembre le attività del Distretto di Senigallia sono totalmente fruibili (l’Assistenza Domiciliare non è stata mai sospesa). Considerando che venerdì scorso la sede di via Campo Boario era allagata e con impianto elettrico, ascensori e informatica non funzionanti, mi sento in dovere di ringraziare tutti gli operatori della struttura per il contributo offerto nello smaltire acqua e fango e nel ripristinare i supporti tecnologici in tempi così brevi.


...

“Abbiamo deciso di utilizzare i camper che vaccinavano la popolazione nei picchi pandemici come ambulatori itineranti di supporto psicologico e sociale nelle zone alluvionate” lo comunica l’Assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, rilevata la necessità dei cittadini dei comuni del pesarese e dell’anconetano più colpiti dall’alluvione del 15 e 16 settembre.








...

In merito a quanto apparso sulla situazione delle prenotazioni di esami endoscopici presso l'ospedale di Senigallia, la Direzione di Area Vasta 2 precisa che il problema delle liste di attesa - cui il sistema sta cercando in ogni modo di porre soluzioni - si è aggravato a seguito della pandemia che ha inciso profondamente sui servizi sanitari.


...

Legge 23 dicembre 2005, n. 266 comma282: Alle aziende sanitarie ed ospedaliere e' vietato sospendere le attività di prenotazione delle prestazioni La Legge n.266 dice sostanzialmente che le Regioni adottano disposizioni per regolare i casi in cui la sospensione dell'erogazione delle prestazioni è legata a motivi tecnici. Ora noi non sappiamo se vi siano motivi che impediscano le prenotazioni e nel merito e stiamo chiedendo chiarimenti al Primario del Reparto.


...

Riceviamo oggi una comunicazione del nostro concittadino Alberto Diambra, il quale lamenta che l’Asur Marche non abbia preso nessun provvedimento dopo il suo esposto ai carabinieri e a tutte le autorità interessate alla salvaguardia della salute pubblica, che denunciava la impropria collocazione del centro vaccinale in Via Po, in uno scantinato che non soddisfa le varie prescrizioni di igiene,sicurezza ed abitabilità .





...

Innanzitutto vogliamo ribadire la nostra riconoscenza per tutto il personale ospedaliero che non si e’ risparmiato per questi durissimi anni nel prodigarsi per i pazienti pur essendo in numero inferiore all’organico previsto e pur non essendo dotato, almeno nei primi tempi della pandemia, di tutti i mezzi e le protezioni necessarie.


...

Nuove assunzioni in Area Vasta 2. Con diversi atti pubblicati all'albo pretorio informatico in questi giorni si stanno potenziando gli organici dei presidi ospedalieri con figure professionali di diverse tipologie individuate sulla base del fabbisogno di personale ravvisato nelle varie UUOO.


...

Oggi il Comitato Difesa Ospedale di Senigallia può dirsi contento. Ha ricevuto, insieme con tutti i cittadini senigalliesi, una esauriente risposta ai dubbi, alle dicerie, alle insinuazioni alle chiacchiere che per anni hanno infestato la dolorosa situazione del nostro ospedale.


...

In merito agli articoli apparsi sulla stampa locale, regionale e online in data odierna e nelle settimane precedenti relativamente a situazioni in essere presso l’Ospedale di Senigallia, la Direzione di Area Vasta 2 con la Direzione Medica Ospedaliera di AV2 e il Dipartimento di Emergenza comunicano quanto segue:


...

Guardia Medica turistica aperta a singhiozzo, Pronto soccorso intasato che di più non si può, medici dei Reparti che alla notte coprono i turni di guardia medica (notturna) senza una specializzazione equipollente e l’assessore Saltamartini che propaganda una riorganizzazione sanitaria Regionale che partirà a Gennaio 2023, se tutto va bene, con la direttrice dell’Asur dr.ssa Nadia Storti.



...

IV COMMISSIONE COMUNALE sanità a tutto tondo: Pronto Soccorso e situazione ospedaliera nel suo complesso. il Comitato presenzia e negli interventi che si susseguono viene chiamato sempre in causa sia dalla minoranza, consiglieri Angeletti, Campanile e Pagani che dalla maggioranza, consigliere Ansuini.



...

Agli esimi politici senigalliesi giubilati all’ultimo turno elettorale che, scaricatisi dell’onere della cosa pubblica (in cui ci si permetta di dire non hanno brillato come testimonia la loro bocciatura) ora hanno mente e tempo liberi da dedicare alle proteste contro di noi famigerati politicanti dallo strapotere politico, ma quello che è ancora più esilarante contro le loro stesse iniziative fatte quando erano i padroni del vapore, cioè i dirigenti comunali e regionali.


...

Quando la sanità creativa diventa un vero e proprio pericolo per cittadini/utenti e personale sanitario, medici in primis. Obbiettivo comunque centrato: riduzione ulteriore di tutte le attività in essere presso l’ospedale di Senigallia secondo l’ultima disposizione del Direttore sanitario che anzi programma ogni possibile tentativo di “esternalizzare il servizio o di acquisire risorse umane” al fine si superare le misure straordinarie disposte”.




...

Egregio signor Mangialardi, il Comitato difesa Ospedale di Senigallia la prega vivamente di far ricorso alla sua esperienza pluriennale di politico navigato quando si rivolge a noi, che, a sua differenza, non siamo usi procedere con basse insinuazioni, menzogne facilmente smentibili e smentite ed accuse ridicole.


...

In tutta Italia il problema della carenza di medici del pronto soccorso sta assumendo livelli di allerta per la mancanza di specialisti da reclutare, per la ridotta disponibilità di borse di studio, e la scarsa accettazione di medici neoabilitati ad impegnanrsi in un percorso che dà pochi sviluppi di carriera rispetto ad altre specialità.


...

E siamo alle solite! L’Area Vasta2 - Senigallia per intenderci- e Giunta Regionale con il fantomatico, famigerato, fantasioso Assessore Saltamartini, dopo aver partorito con fatica la brillante idea dei medici di Cooperativa per dare vita ad un Pronto Soccorso degno di tale nome e della grande città turistica che siamo, si lascia sfuggire il tutto per una miseranda questione economica e, se ci si permette, di scarsa intelligenza politica.





...

Con la modifica della legge regionale n.13/2003 si dice addio all'Asur che ha dimostrato tutte le sue insufficienze e diventerà una struttura tecnica per l’espletamento solo dei bandi. Inoltre a fine anno non ci saranno più le Aree Vaste ma 5 Aziende Sanitarie Territoriali (una per Provincia) più le attuali 2 Aziende,Torrette e Inrca, ma non l’Azienda Marche Nord che verrà riassorbita dall’AST di Pesaro-Urbino.



...

La dr.ssa Storti dopo 5 anni al comando dell'ASUR si è accorta della carenza di queste figure. Perché non vogliono fare fatica e non hanno più passione, dice lei. Non sarà magari perché non sono assunti a TEMPO INDETERMINATO ma 6 mesi per 6 mesi? Provi a fare contratti di questo genere e magari si ricrederà.