...

Voglio dire: cosa c’era di sbagliato nel modo di fare politica di una volta? Magari si finisce per decidere che è meglio adesso, però chissà che non fosse tutto da buttare.
Per partire da un punto, vogliamo estrapolare quattro o cinque valori irrinunciabili e necessari, che secondo noi devono appartenere al bagaglio personale di chi si vuole impegnare in politica?



...

Ero a bordo della MSC Splendida nella sua crociera inaugurale dopo il lockdown imposto dalla pandemia. Voglio condividere questa esperienza, perché sono tante le suggestioni che ho riportato con me, a parte la piacevolezza del viaggio e la bellezza dei luoghi visitati. Intanto, le misure di sicurezza, un rigido protocollo sanitario a cui ogni passeggero è stato sottoposto e al quale ci si doveva adeguare per tutta la durata della crociera, già dalla prenotazione.


...

Eppure no caro Albert, non sempre è tutto relativo. La cultura per esempio, le regole sociali, il concetto di vero o falso e di giusto o sbagliato: cosa pensiamo del relativismo culturale? Cosa ne sappiamo, tanto per cominciare? È il bene o il male?


...

Oppure se preferite, mettiamola diversamente: chi ha paura del lupo cattivo?
Sicuramente non racconto nulla di nuovo ricordando che il titolo del famoso dramma teatrale dell’americano Edward Albee nasce da un gioco di parole tra la celebre canzone “Who’s afraid of the big bad wolf”, sì, proprio quella del “siam tra piccoli porcellin…” e il personaggio di Virginia Wolf, la grande scrittrice inglese paladina dei diritti della donna, morta suicida a causa di una grave depressione.


...

Allora, eccoci di nuovo qua come si era detto – se ricordate - per chiudere il cerchio sul tema delle leggi di guerra. Le cronache di questi giorni stimolano una riflessione sempre più approfondita sui limiti della guerra e certo, tutti noi (almeno spero) siamo “contro” la guerra.