x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ECONOMIA
pubbliredazionale

L’halving del Bitcoin fa esplodere le commissioni di transazione. È un serio rischio per il futuro di BTC?

5' di lettura
68

di Redazione


Il recente halving di Bitcoin è stato un evento di notevole successo. In seguito, Bitcoin ha registrato un fatturato giornaliero senza precedenti, raggiungendo circa 107 milioni di dollari provenienti dalle ricompense per i blocchi e dalle commissioni di transazione.

Questo rappresenta un significativo aumento rispetto al precedente picco di 77 milioni di dollari, registrato nell'aprile 2021.

Tuttavia, tale incremento è stato accompagnato da un notevole aumento delle commissioni di transazione che hanno raggiunto i 2.750 satoshi per byte virtuale, pari a circa 240 dollari per transazione.

Questo aumento ha favorito i miner, ma ha sollevato preoccupazioni tra i trader e i sostenitori del Bitcoin.

In generale, pagare oltre 100 dollari per una transazione Bitcoin a bassa priorità risulta impraticabile per la maggior parte delle persone. Inoltre, anche i costi delle transazioni ad alta priorità potrebbero raddoppiare.

La situazione attuale mette in evidenza le complesse sfide che la criptovaluta deve affrontare per ottenere una diffusione su vasta scala.

Nonostante la sua posizione predominante come asset principale, Bitcoin non è immune dalla speculazione, dalla congestione e da altri problemi che affliggono le blockchain. L'introduzione del protocollo Runes potrebbe costituire un problema per il settore.

Questo protocollo ha comportato un significativo aumento delle commissioni di transazione, a causa dell'incremento della creazione e dell'acquisto dei token BRC-20.

Un aspetto interessante da notare riguarda il blocco 840.000: mentre le principali pool di mining ambivano ad aggiudicarselo, è stata l'outsider ViaBTC, con solo il 14% della distribuzione dell’hashrate, a convalidare il blocco ricevendo 37,6 BTC in commissioni e la ricompensa di 3,25 BTC.

Baylor Landing, direttore presso Core Scientific, ha affermato: "I primi 77 blocchi della quinta epoca del mining hanno generato 75 milioni di dollari in ricavi per i miner. Per fare un confronto, gli ultimi 77 blocchi della quarta epoca ne hanno generati soltanto 35 milioni.”

L’halving quindi si è rivelato un successo, ma allo stesso tempo ha reso il Bitcoin una criptovaluta altamente speculativa.

Ovviamente, l'interesse degli speculatori si spostano da una blockchain all'altra, scegliendo quella ottimale per le loro attività di trading. Per sua stessa natura, il Bitcoin non è progettato per servire tali interessi transitori.

Alla speculazione, si aggiunge il fatto che Bitcoin è diventato sempre più complesso da utilizzare in confronto ad altre criptovalute come Ethereum, Binance o Solana.

Nel contesto più ampio, le Rune stanno appena cominciando a farsi notare e sono destinate a guadagnare maggiore importanza.

Tuttavia, acquisirle rimane un ostacolo, specialmente per i residenti negli Stati Uniti a causa della limitata disponibilità degli scambi, e la loro complessità può essere intimidatoria anche per gli appassionati veterani di DeFi.

Dopo l’halving, oltre alle commissioni sono aumentate anche le presale di due criptovalute derivate del BTC, ovvero Bitcoin Minetrix e 99Bitcoins.

Bitcoin Minetrix

Bitcoin Minetrix è una piattaforma di cloud mining basata sul token nativo BTCMTX. Il progetto vuole lanciare la meccanica dello Stake-To-Mine nel settore del mining, per unire la flessibilità e l’accessibilità del Proof-of-Stake di Ethereum con il mining del Bitcoin.

Con Bitcoin Minetrix, lo staking dei token BTCMTX consentirà ai trader di ottenere dei crediti di mining non scambiabili.

Questi crediti si potranno bruciare per generare hashrate sul cloud mining di Bitcoin Minetrix, in modo da provare a convalidare i blocchi sulla rete e ottenere ricompense in BTC.

Questo sistema innovativo punta a rivoluzionare il cloud mining del BTC che solitamente sottopone gli utenti a dei contratti vincolanti poco convenienti, oltre a utilizzare terze parti per la gestione delle ricompense.

A differenza delle piattaforme di cloud mining trdizionali, Bitcoin Minetrix darà agli utenti la massima libertà, consentendo loro di mettere i BTCMTX in staking per il mining, venderli o prelevarli in qualsiasi momento.

La presale di Bitcoin Minetrix terminerà il 28 aprile, quindi ai trader interessati restano ancora pochi giorni per poter comprare il token a un valore di 0,0148 dollari.

VAI ALLA PRESALE DI BITCOIN MINETRIX

99Bitcoins

99Bitcoins è un sito web che propone corsi e webinar sul settore degli asset digitali. Di recente, la piattaforma ha lanciato la presale del suo token nativo 99BTC, raccogliendo circa 800.000 dollari in poche settimane.

Al momento, il token 99BTC viene venduto a 0,00102 dollari e si può acquistare tramite il sito ufficiale tramite ETH, USDT, carta di credito o BNB.

Il token 99BTC verrà utilizzato per ricompensare gli utenti della piattaforma che portano a termine corsi, webinar e quiz online, in modo da incentivare l’apprendimento e gli approfondimenti sulle criptovalute.

Inoltre, i titolari del token avranno accesso a una serie di vantaggi unici come la partecipazione a webinar tenuti da trader esperti e a segnali di trading che potranno tornare utili negli investimenti in criptovalute.

Non manca la possibilità di fare staking dei token 99BTC su Ethereum, per ricevere ulteriori ricompense passive in base alla partecipazione allo staking pool e all’APY, attualmente al 2348%.

La versione completa della piattaforma verrà lanciata tra il 2024 e il 2025, inoltre il team di sviluppo intende effettuare il bridging del token da Ethereum alla rete del Bitcoin, in modo da avvalersi di una maggiore sicurezza e accedere ai nuovi mercati.

VAI ALLA PRESALE DI 99BITCOINS



Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 26-04-2024 alle 08:09 sul giornale del 27 aprile 2024 - 68 letture



qrcode