contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CULTURA
comunicato stampa

A Palazzo del Duca la mostra Fe/Mail Art - la Fotografia

2' di lettura
160

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Si inaugura sabato 24 febbraio alle ore 18.30 presso lo Spazio Visionaria “Sale C.E. Bugatti” a Palazzo del Duca di Senigallia, la mostra Fe/Mail Art - la Fotografia. L’iniziativa è l’occasione per ricordare le figure del Prof. Carlo Emanuele Bugatti a cinque anni dalla scomparsa, e del Prof. GianMario Raggetti, che ci ha lasciato recentemente. Ancora un progetto storico con opere provenienti dagli Archivi del Musinf e attualizzato da una riproposta, una nuova selezione di artiste curata da Chiara Diamantini e Stefano Schiavoni.

Il titolo della mostra si basa su un gioco di parole, essendo la contrazione tra il termine mail art e l’espressione inglese che significa femminile. Venne adottato nel 1983 da Mirella Bentivoglio per una mostra internazionale di arte postale a Salonicco, nella quale veniva conservato il formato costante (cm. 21 x 21) che era stato adottato in due precedenti collettive al femminile da lei curate: alla Biennale di San Paolo del 1981 e nello stesso anno, in quella di Medellin, Colombia. Ricordando il risultato di ordine e di rigore - pur nella varietà – di quelle memorabili mostre, le fotografie sono anche un omaggio agli oltre cinquant’anni di esposizioni collettive al femminile curate da Mirella Bentivoglio.

Si è voluto quindi riproporre anche in questa occasione quel particolare titolo e quel formato, senza modificare nulla. Questo nuovo progetto approfondisce ulteriormente l’attività di analisi del lavoro di alcune delle artiste coinvolte storicamente nella mostra Fe/Mail Art.

I curatori Chiara Diamantini e Stefano Schiavoni tra le opere disponibili nell’Archivio del Musinf, hanno selezionato quelle che non solo formalmente, sono state realizzate esclusivamente attraverso il linguaggio fotografico. La mostra, ad ingresso gratuito rimarrà aperta fino al 31 marzo 2024 dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 20.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2024 alle 10:09 sul giornale del 22 febbraio 2024 - 160 letture






qrcode