contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Marzocca, pini storici di via Capri: i residenti chiedono tutela e dialogo sulla gestione

3' di lettura
1472

Dai residenti di via Capri


In via Capri sono presenti 10 pini storici, tra i pochi rimasti della zona, dopo che ne sono stati tagliati molti pini e pioppi presenti, sia dal pubblico che dal privato, spesso per futili motivi (fastidio per foglie, aghi, “radici” o “sporco”).

I pini, piantati negli anni 30/40 dai residenti, costituiscono un polmone verde insostituibile ormai, nella zona, che ha visto negli anni crescere sempre di più il cemento a discapito del verde. E’ di recente usanza tagliare gli alberi perché fanno ombra o perdono le foglie, o hanno alcune radici sporgenti (che si possono eliminare senza eliminare l’albero). Oltre ai pioppi, che sono stati tagliati perché perdevano le foglie in autunno, è stata tagliata una magnifica sophora japonica di 80 anni, solo perché aveva una magnifica fioritura che cadeva per 15 giorni, a detta di qualcuno, sporcava.

In estate questi pini creano un microclima salubre che protegge dai colpi di calore e dall’afa in una zona ad alta concentrazione di asfalto e cemento. Inoltre costituiscono un paesaggio storico, dato che a Marzocca la via era chiamata il Vialetto (costituito da pini e pioppi), e ci venivano a passeggiare tutti i residenti delle vie limitrofe; conferiscono alla via bellezza ed eleganza, facendo rivalutare a livello immobiliare anche le case e le ville presenti.

La via è stata asfaltata ormai 30 anni fa, e mai più ci sono stati interventi relativi alla manutenzione del mando stradale. Ovviamente ora è dissestato da buche e alcuni nodi radicali. La via è a senso unico e la velocità massima di transito è di 30. Chiediamo che qualsiasi intervento venga previsto sulla strada, che deve certamente essere ripristinata, tenga in considerazione la tutela di questi alberi magnifici, che i residenti tengono a preservare. I nodi radicali possono essere eliminati e nel ripristino dell’asfalto, è necessario lasciare uno spazio di terra attorno alla base degli alberi, fino ad oggi soffocati da metodi di asfalto che non hanno tenuto in considerazione la salute degli alberi. Sono stati sempre asfaltati fino al colletto del tronco.

Chiediamo che qualsiasi progetto venga pensato per la salvaguardia e la cura degli alberi anche in relazione al ripristino dell’asfalto, venga condiviso con i residenti e le associazioni di protezione e tutela del patrimonio arboreo di Senigallia che opera anche nella zona di Marzocca. Con loro collaborano anche le associazioni per la protezione degli alberi di Falconara e Jesi. Dato che ormai la sensibilità sulla tutela del patrimonio arboreo delle nostre città è sempre più diffusa, i cittadini chiedono di poter essere anche loro interlocutori attivi verso un bene comune che è il verde.

Alberi monumentali non si possono eliminare solo per ripristinare l’asfalto, dato che la via è piccola e non è neanche a due sensi, con transito a 30, chiediamo che sia ripristinato l’asfalto senza abbattere i pini, data l’importanza ecologica, paesaggistica e affettiva per i locali. Questi alberi che per noi sono un polmone fondamentale di verde della zona, e regolatori di microclima nelle estati afose, e di valorizzazione immobiliare della via. Come l’amministrazione accoglie sempre le richieste di abbattimento, chiediamo che venga accolta la richiesta di non abbattimento, ma di tutela di questi alberi storici.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2023 alle 11:22 sul giornale del 05 dicembre 2023 - 1472 letture

All'articolo è associato un evento






qrcode