x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Un testimone dopo la molestia al cinema: "Aggressore identificato grazie alla tempestività dei soccorsi"

2' di lettura
1638

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


E' stata la tempestività dell'intervento del personale del Multimplex e l'abilità delle forze dell'ordine a far sì che il presunto autore dell'aggressione subita da una minorenne nella toilette del cinema potesse essere fermato e identificato.

La brutta vicenda in cui è incappata sabato sera una adolescente si è conclusa fortunatamente con la possibilità (qualora lo vittima lo voglia) di procedere con la denuncia nei confronti di quello che è stato individuato come il ragazzo che l'ha aggredita e molestata nella toilette. A confermare i minuti concitati vissuti all'interno del cinema e al pronto interventi di tutta la sicurezza, è un testimone che era lì al momento del fatto. “Era in corso la proiezione del fime John Wick 4 quando ho sentito del trambusto in sala -racconta un testimone- ho capito che qualcosa non andava e mi sono alzato. C'era una ragazzina che, palesemente agitata, stava parlando con il personale del Multiplex. Insieme a lei c'era il fidanzatino con il quale era venuta al cinema”.

La ragazzina stava riferendo al personale del cinema quello che qualche istante prima le era successo: mentre si trovata alla toilette è stata aggredita da un giovene sconosciuto che ha iniziato a palpeggiarla. Fortunatamente la giovane è riuscita a divincolarsi e a scappare tornando in sala dove ha riferito quanto accaduto. “A quel punto è scattata subito la caccia all'aggressore -prosegue il testimone- sono arrivati immediatamente Polizia e Carabinieri che hanno presidiato le uscite e raccolto la descrizione del giovane. C'era il sospetto che il molestatore, dopo l'aggressione, se ne fosse restato in qualche sala cercando di nascondersi tra la gente. Ha commesso però l'errore di cercare di uscire poco dopo. Il suo passaggio non è passato inosservato perchè le proiezioni erano in corso e tutti gli spettatori erano in sala e a quel punto è stato individuato”. La posizione de 20enne è ora al vaglio del Commissariato di Polizia e sarà la vittima a decidere se procedere sporgendo querela nei suoi confronti.



Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2023 alle 19:31 sul giornale del 04 aprile 2023 - 1638 letture






qrcode