x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

In viaggio con ANPI: ecco le 4 tappe in programma per il 2023

6' di lettura
778
da Anpi Senigallia

Ritornano le visite guidate che ANPI Senigallia Sezione Giulia Giuliani e Luigi Olivi ha organizzato per far conoscere alcune località di particolare interesse storico per la nostra Associazione e fondamentali per tutta la cittadinanza, al fine di comprendere avvenimenti importanti avvenuti presso il nostro territorio e non solo.

Le gite proposte dalla sezione ANPI Senigallia sono cominciate nel settembre del 2020 con la visita storica e molto intensa al Sacrario di Monte Sole a Marzabotto, e proseguite a ottobre 2021 con la emozionante visita alla Scuola di Barbiana, nel 2022 a Casinina di Auditore al Museo Storico della Linea Gotica, al campo di deportazione e internamento di Servigliano e da ultimo al Campo di concentramento di Fossoli e alla casa dei Fratelli Cervi ai Campi Rossi di Gattatico, dove abbiamo avuto una visita guidata di grande intensità emotiva.
Vista la partecipazione e l’interesse riscontrati negli anni passati, anche per il 2023 ANPI Senigallia propone alle sue iscritte e ai suoi iscritti un programma di visite per conoscere e far conoscere quella storia che non si insegna mai, ma che è ancora viva nei nostri genitori e nei nostri nonni e che non deve sparire con loro.

Come partecipare

Anche quest’anno possono partecipare sia gli/le iscritti/e che i/le non iscritti/e alla nostra Associazione.

Per ogni visita guidata verranno comunicati gli orari di partenza, i costi, i mezzi di trasporto, il termine ultimo per le prenotazioni.

Gli aggiornamenti verranno pubblicati per tutti sulla pagina Facebook ANPI Senigallia e, solo per le iscritte e gli iscritti, via email e chat Whatsapp e Telegram riservate.

Per prenotarsi, basta scrivere via email a anpisenigallia@gmail.com, entro i tempi che indicheremo per ciascuna visita.

Domenica 19 marzo 2023
Museo civico, storico e ambientale del fiume Metauro “Winston Churchill”
Montemaggiore al Metauro (PU)

Parliamo di uno degli eventi storici più importanti avvenuti in Italia, durante la Seconda Guerra Mondiale. Il 25 Agosto del 1944 Winston Churchill, Primo Ministro britannico, accompagnato dai generali Harold Alexander, comandante in capo delle Forze Alleate in Italia e Oliver Leese, comandante dell’XIII Armata britannica arriva in gran segreto nelle Marche. Il giorno successivo Churchill e Alexander si recano dietro le mura di Montemaggiore per guardare, da un punto di osservazione strategico, lo schieramento delle artiglierie in battaglia. Si sedettero sopra una panca e fecero delle fotografie. Era in corso la grande offensiva contro la Linea Gotica, che avrebbe portato nelle settimane successive alla caduta di uno degli ultimi baluardi di difesa tedesca in Italia. Erano i preparativi per la grande offensiva del 25 e 26 Agosto.

Le prenotazioni per questa visita sono aperte fino a domenica 12 marzo 2023.

Per approfondire

La scheda del Museo sul sito Turismo Marche: https://www.turismo.marche.it/it-it/Cosa-vedere/Attrazioni/Museo-Civico-Storico--Ambientale-del-fiume-Metauro-Winston-Churchill/8235

Il volantino della visita, con tutte le informazioni di viaggio: https://bit.ly/ANPISenigallia_VisitaMontemaggiore2023

La pagina Facebook di questa visita: https://fb.me/e/17mKVWkB2

Sabato 13 e domenica 14 maggio 2023
Museo storico della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema
Eccidio di Padule del Fucecchio

Sant’Anna di Stazzema

All’alba del 12 agosto 1944, tre reparti militari tedeschi, accompagnati da bande di fascisti, circondarono l’abitato, mentre un quarto si attestava più a valle, sopra il paese di Valdicastello, per bloccare ogni via di fuga. In poco più di tre ore furono massacrate 560 persone, tra cui molti bambini. L’eccidio rientra nel quadro più ampio delle violenze nazifasciste perpetrate nell’area e che culminarono nell’eccidio di Marzabotto.

I fatti di Sant’Anna di Stazzema sono rimasti ignoti fino a metà degli anni Novanta, quando venne scoperto, negli scantinati di palazzo Cesi-Gaddi a Roma, un armadio che conteneva ben 695 fascicoli su crimini di guerra commessi sul territorio italiano e nei Balcani durante l’occupazione nazifascista.
Il ritrovamento ha permesso di istruire il processo per l’eccidio di Sant’Anna.

Nel 2007 la Corte di Cassazione ha confermato la condanna all’ergastolo, pronunciata nel 2005 dal tribunale militare di La Spezia, contro dieci ufficiali delle SS che comandavano i reparti.

Eccidio di Padule del Fucecchio

Il 23 agosto 1944 alcuni reparti dell’esercito nazista massacrarono indiscriminatamente, con metodi da guerra e di artiglieria pesante, 174 civili, fra cui neonati e anziani, all’interno del Padule di Fucecchio, fra le province di Pistoia e di Firenze, colpendo nei comuni di Monsummano Terme (frazione di Cintolese), Larciano (frazione di Castelmartini), Ponte Buggianese, Cerreto Guidi (frazione di Stabbia) e Fucecchio (frazioni di Querce e di Masserella).

Per approfondire:

Il sito ufficiale del Parco Nazionale della Pace: https://parconazionaledellapace.it/

La pagina del Museo sul sito di Sant’Anna: http://www.santannadistazzema.org/sezioni/IL%20MUSEO/

Il sito ufficiale del padule: www.eccidiopadulefucecchio.it

Istituto Storico della Resistenza di Pistoia: www.istitutostoricoresistenza.it

Centro Promozione e documentazione Padule di Fucecchio : http://www.zoneumidetoscane.it/

La pagina Facebook di questa visita: https://fb.me/e/38ymgVmtz

Giugno 2023
Camminare nella storia - Sentieri di guerra e di pace in Abruzzo

Il sentiero della libertà è un itinerario escursionistico che si sviluppa nell’area del Parco nazionale della Majella, da Sulmona al Sangro. Segue gli itinerari percorsi dopo l’8 dicembre del 1943 dai fuggiaschi dei campi di prigionia, dai soldati italiani sbandati e dai civili che cercavano di sfuggire ai tedeschi e di superare la linea Gustav per raggiungere la libertà. Il percorso lascia Sulmona, traversa il colle Mitra e Cansano e raggiunge Campo di Giove; di qui scavalca il Guado di Coccia e scende a Palena per proseguire verso Gamberale, il Passo della Paura, Pietransieri e terminare a Castel di Sangro.
Il “sentiero della libertà” è una splendida iniziativa escursionistica, una marcia di tre giorni che ogni anno, in primavera, a partire dal 2001, porta centinaia di giovani delle diverse nazionalità un tempo contrapposte a ripercorrere luoghi simbolo della guerra e della resistenza da Sulmona a Casoli .

Sceglieremo uno dei sentieri più facili da percorrere mentre ci verranno raccontate le vicende e le persone che hanno affrontato il percorso.

Per approfondire:

Il sito ufficiale di Camminare nella storia – Passeggiate sui sentieri della memoria: http://www.camminarenellastoria.it/

Il sito ufficiale del Sentiero della libertà : www.ilsentierodellaliberta.it/

Settembre 2023
Museo della Resistenza Goffredo Baldelli
Falconara Marittima (AN)

Inaugurato il 19 luglio 2002, nel 58^ anniversario della conclusione della "battaglia di Ancona" e della liberazione di Falconara, il museo è situato nei sotterranei del più antico dei castelli falconaresi, risalente al periodo longobardo. È il primo museo in Italia che possiede ed espone integralmente in apposite teche l'arsenale e gli equipaggiamenti di una banda partigiana dell'Appennino marchigiano, fortunosamente conservati e già in possesso del tribunale di Ancona.

Oltre a documentare il ritrovamento, il museo è arricchito da oggetti e immagini fotografiche eccezionali della Liberazione. Un’accurata sezione didattica ricostruisce con schede e documenti dell'epoca il percorso della "guerra di resistenza" nei suoi aspetti salienti.

Per approfondire:

Pagina ufficiale del museo sul sito web Falconaraonline: http://www.falconaraonline.it/cultura/i-musei/museodellaresistenza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2023 alle 09:46 sul giornale del 13 marzo 2023 - 778 letture






qrcode