x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Corinaldo: nuova udienza al processo della Lanterna Azzurra, prima della tragedia segnalazioni per il sovraffollamento del locale

1' di lettura
6006

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


Nuova udienza venerdì del processo per la strage della Lanterna Azzurra di Corinaldo durante la quale sono stati ascoltati vari testimoni tra cui il luogotenente Francesco Gagliardi, comandante della Stazione dei Carabinieri all'epoca della tragedia.

Gagliardi ha riferito che da tempo arrivavano, anche in forma anonima, a lui ed al Comune di Corinaldo segnalazioni da parte di genitori di ragazzi che frequentavano la discoteca che lamentavano criticità sulla gestione della discoteca. I carabinieri non hanno però mai riscontrato che ci fosse un sovraffollamento o che i numeri di persone che venivano fatte accedere fossero superiori a quelli previsti.

Di fronte a queste rivelazioni, su domande mirate dell'avv. Corrado Canafoglia, che rappresenta numerose parti civii, Gagliardi ha ammesso di aver solo richiamato verbalmente i gestori della discoteca a regolamentare l'accesso agli avventori, ma soprattutto ha rivelato che il gestore della Lanterna Azzurra Marco Cecchini gli regalava biglietti omaggio per l'ingresso alle serate con ospiti famosi. Anche per l'evento di Sfera e basta, il 7 dicembre, il luogotenente ha ammesso di aver ottenuto due biglietti omaggio, che ha poi ceduto a figli di amici.
Su richiesta del pm Paolo Gubbinelli, Gagliardi ha ulteriormente precisato di presumere che i gestori disponessero di altri biglietti omaggio ma non poterne esserne certo e di non essere in grado di riferire chi ne fossero gli eventuali i beneficiari.

Durante l'udienza sono stati ascoltati anche altri testi tra i quali un elettricista che effettuava la manutenzione elettrica del locale il quale ha ammesso che i gestori della discoteca “acquistavano il materiale e lui eseguiva in nero le lavorazioni”. L'udienza è stata quindi rinviata al 3 febbraio.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Signal, Viber e Messenger di Vivere Senigallia.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale è anche possibile aggiungere il numero 071.7922415 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cerca il canale @viveresenigallia o clicca su t.me/viveresenigallia. Per Signal clicca qui. Per Viber clicca qui. Per Messenger clicca qui.


Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2023 alle 20:54 sul giornale del 28 gennaio 2023 - 6006 letture






qrcode