contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Allerte meteo e chiusure danneggiano gli operatori economici ma non tutti: "Le regole devono essere uniformi"

2' di lettura
1426

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


Allerte meteo e chiusure sempre più frequenti fanno discutere. L'alluvione del 15 settembre scorso ha accentuato il ricorso a provvedimenti preventivi di chiusura delle scuole e anche di alcune attività. Da quel tragico evento circa una al mese. Se le frequenti chiusure delle scuole ha sollevato dubbi anche tra i genitori, i continui allertamenti provocano ripercussioni negative anche sull'economia cittadina.

A fare discutere sono i diversi criteri con cui si dispone la sospensione o la chiusura di determinati eventi o edifici. Sabato 10 dicembre, in occasione dell'allerta arancione, alla chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado (provvedimento adottato anche da quasi tutti i comuni dell'entroterra) si è aggiunta la chiusura di luoghi pubblici (come biblioteca e centri diurni) e la sospensione delle attività natalizie, con la raccomandazione di limitare gli spostamenti. Un provvedimento che però non ha riguardato tutti e così sabato è stata una giornata nera per molti esercenti e ristoratori del centro. La richiesta è quella che, in caso di ragionevole possibilità di criticità idrogeologica, le chiusure non siano a macchia di leopardo.

“Ogni allerta è quasi come una alluvione -chiosa Davide Mengucci del Civico 21- l'allerta di sabato scorso provoca una perdita economica anche di 1.300 euro. E' una botta grossa, è la terza allerta senza contare l'alluvione. E poi c'è la questione della disparità di trattamento. Con le allerte meteo si chiudono impianti sportivi, palazzetti, scuole, e su questo non entro nel merito perchè non è di mia competenza, ma è palesemente una contraddizione perchè poi vado al centro commerciale e dentro ci sono più di mille persone. Che senso ha? se arriva una alluvione, cosa fanno quelle persone? Come si mettono in salvo? Se si chiude si chiude tutto oppure niente. Io alle 8 di sabato, con l'allerta meteo, ero praticamente vuoto mentre il centro commerciale esplodeva”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram e Signal di Vivere Senigallia.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 071.7922415 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cerca il canale @viveresenigallia o clicca su t.me/viveresenigallia. Per Signal clicca qui.


Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2022 alle 23:57 sul giornale del 19 dicembre 2022 - 1426 letture






qrcode