contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

PD: “La condanna di Liverani e Da Ros una pagina bruttissima per il consiglio comunale di Senigallia”

1' di lettura
2378
da PD Senigallia
www.pdsenigallia.it

partito democratico
Abbiamo appreso con stupore, dagli organi di stampa, della condanna del capogruppo di Fratelli d’Italia Davide Da Ros, e del consigliere comunale Marcello Liverani, per diffamazione nei confronti della “collega” di coalizione della Lega Michela Silvestrini.

Senza voler entrare nel merito delle decisioni prese, come di consueto, c’è però da rilevare un fatto politico, che riguarda la maggioranza dell’amministrazione Olivetti. E’ evidente che, nemmeno all’interno degli stessi partiti di coalizione, ci sia più la giusta serenità per andare avanti nell’amministrazione. Non basterebbe nemmeno il solito comunicato firmato da tutte le forze che sostengono Olivetti, qui c’è proprio un tema politico di grande conflitto interno alla Lega e a Fratelli d’Italia.

La condanna penale dei consiglieri a 6 mesi di reclusione con la condizionale, oltre ad un risarcimento dei danni per 15 mila euro ed al pagamento delle spese legali, è un episodio gravissimo, tanto più perché la diffamazione è rivolta ad un esponente politico di un partito interno alla stessa maggioranza. Un fatto politicamente gravissimo e che non deve essere ignorato.

I consiglieri, a questo punto, hanno solo una scelta, per dignità politica, da compiere: non la scriviamo nemmeno, tanto lo capiscono da soli e se lo aspettano in tanti.

Soprattutto all’interno della loro stessa maggioranza, come è possibile pensare di continuare nello svolgimento del ruolo di consigliere comunale, già così difficile di per sé, all’interno di una componente politica dove si comunica, e si risolvono i contrasti, a colpi di denunce e sentenze penali? Non è certo l’atmosfera migliore per operare per il bene della città!

Aspettiamo i passi che intendono fare.




partito democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2022 alle 19:38 sul giornale del 16 dicembre 2022 - 2378 letture






qrcode