x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Abbattuta la casa di Mario Giacomelli, lì sviluppò i suoi primi capolavori

1' di lettura
9370

di Michele Pinto
vivere.me/michelepinto


Da due settimane la casa dove Mario Giacomelli abitò e iniziò a sviluppare le sue fotografie non esiste più.

Dopo la sua storica tipografia in via Mastai, smantellata poco dopo la sua morte, ora anche la sua casa in via Verdi è stata abbattuta.

Nella soffitta della casa di Via Verdi Mario Giacomelli aveva un laboratorio dove ha sviluppato le sue foto prima di affidare la stampa allo stampatore Lucchetti e dove poi continuava a stampare i provini.

Nel 2004 quando l'amministrazione comunale decise di ricordare Mario Giacomelli in cinque diversi luoghi di Senigallia la sua casa non fu inclusa.

Trattandosi di beni privati non c'è nulla da recriminare, se non come la città nel suo complesso non sembra essere in grado di valorizzare il suo massimo artista.

Le fotografie di Mario Giacomelli e della Scuola del Misa sono un patrimonio immenso che la città di Senigallia ha il dovere di valorizzare.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Signal, Viber e Messenger di Vivere Senigallia.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale è anche possibile aggiungere il numero 071.7922415 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cerca il canale @viveresenigallia o clicca su t.me/viveresenigallia. Per Signal clicca qui. Per Viber clicca qui. Per Messenger clicca qui.




Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2022 alle 10:41 sul giornale del 15 dicembre 2022 - 9370 letture






qrcode