contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Streamer: ovvero come diversificare l'intrattenimento

3' di lettura
62

di Redazione


È lapalissiano il fatto che il mondo, oramai, è profondamente cambiato rispetto a qualche tempo fa. Una rivoluzione che si è fatta sentire davvero su tutti i fronti, da quello economico a quello sociale passando anche per l'arte e la cultura, e che oggi passa soprattutto per il mondo online, andando a scardinare quelli che erano considerati come canoni.

giochi di slot online e i casinò virtuali sono andati a sostituirsi ai luoghi fisici del gioco d'azzardo; i videogiochi sono un prodotto sempre più utilizzato indistintamente da sesso ed età; lo shopping si fa più in rete grazie a colossi come Amazon; Netflix et similia dominano i palinsesti e, sempre in rete, si avvicendano nuove figure. Oltre a quelle dei professionisti del web e degli influencer più chiacchierati, ultimamente il posto nei palinsesti degli utenti più giovani, e non solo, è preso dai famosi streamer o content creator. Ma chi sono esattamente e che cosa fanno? Cerchiamo di capirlo insieme!

Prima di tutto partiamo con la definizione. Uno streamer, o un content creator, è chi realizza un contenuto per il web sotto forma di video. Sia che questo sia stato girato ad hoc, con tagli ed inquadrature, che direttamente in live, l'importante è che venga trasmesso sui vari canali del web i quali, ovviamente, non passano per la televisione. Casa di queste nuove figure professionali sono dunque portali ormai iconici come YouTube oppure Twitch. Nonostante anche il primo sia attrezzato per le live, è il famoso “sito viola” quello dove la maggior parte di loro si dedica alle live stream. Naturalmente bisognerà dotarsi di un equipaggiamento hardware e software di qualità per garantire una buona trasmissione, assieme a un nickname e a un format che faccia spiccare nel mondo delle live.

Durante queste occasioni si ha il tempo di fare quattro chiacchiere tra creator, approfondire argomenti che vanno dalla filosofia fino alla realtà di tutti i giorni, esprimere la propria opinione sui fatti del momento, mostrare gameplay di videogiochi, recensire libri, film, fumetti, anime e così via. Il tutto, naturalmente, con una interazione costante con la propria utenza tramite la chat! Inoltre non va dimenticato che, negli ultimi tempi, si stanno sviluppando molto anche le cosiddette live IRL (cioè “In Real Life”) dove si mette in stream tutto ciò che accade nella vita quotidiana senza stare per forza a casa davanti a un computer.

Se poi si è pratici di inglese allora ci si potrà rendere conto di come, cambiando i canali, si possa avere un intrattenimento costante, proveniente da tutte le parti del mondo. Un intrattenimento in grado di far passare il tempo, creare delle community e generare anche del lavoro per queste persone, che guadagnano grazie alle pubblicità, alle visualizzazioni, alle donazioni e agli abbonamenti degli utenti. A tal proposito ricordiamo che, negli ultimi mesi, sembra esserci un ritorno a YouTube della maggior parte degli streamer a causa della troppa pubblicità, nonché un giro di vite del regolamento. Il futuro è per definizione incerto, ma è sicuro che sarà sempre in “stream”!



Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2022 alle 16:59 sul giornale del 14 dicembre 2022 - 62 letture



qrcode