x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dalla Fondazione Cariverona 164 mila euro per due progetti ad Arcevia e Fabriano

3' di lettura
222

da Fondazione Cariverona


Due i progetti sostenuti nelle Marche

Fondazione Cariverona ha deliberato il sostegno a 15 delle progettazioni pervenute in risposta alla prima edizione del Bando Nuovo Sviluppo, tenendo nella dovuta considerazione la qualità progettuale ed utilizzando le risorse disponibili pari a 1,3 milioni di euro. Il risultato in termini di partecipazione ha registrato un richiesto complessivo di circa 3 milioni di euro con la presentazione di 36 proposte progettuali. I progetti selezionati verranno sostenuti in tutte le 5 aree di operatività della Fondazione: 4 sul territorio della provincia di Verona, 3 su quello di Vicenza, 5 sul territorio Bellunese, 2 progettualità nella provincia di Ancona e 1 in quella di Mantova.

Valorizzare le potenzialità inespresse delle nostre comunità locali, coinvolgendo le giovani generazioni: è uno degli ambiziosi obiettivi del Bando Nuovo Sviluppo – evidenzia il prof. Alessandro Mazzucco, Presidente della Fondazione Cariverona – che agisce ora concretamente, investendo nella realizzazione di percorsi innovativi, diretti alla rigenerazione e valorizzazione delle aree interne dei nostri territori”.

BANDO NUOVO SVILUPPO

Il bando Nuovo Sviluppo – per il rilancio delle Aree è diretto a promuovere iniziative che possano innescare o rafforzare progetti e/o programmi di sviluppo territoriale di aree interne a partire dallo specifico e identitario patrimonio culturale, naturalistico, colturale e sociale che le connota. La Fondazione affianca azioni e progetti sperimentali ed innovativi che permettano di attivare dinamiche di progressivo popolamento o ri-popolamento e di rivitalizzazione di aree marginali e/o periferiche. Sono in particolare considerati i progetti che si collocano in uno o più dei seguenti ambiti:

a) Valorizzazione delle risorse naturali, culturali, sociali, storiche ed artistiche del territorio

b) Promozione di turismo sostenibile, anche in ottica di destagionalizzazione

c) Valorizzazione di sistemi agro-silvo-pastorali della tradizione

d) Rivitalizzazione, anche in chiave innovativa, del saper fare e dell’artigianato e della produzione locale, con particolare attenzione alle giovani generazioni.

Due i progetti sostenuti nelle Marche per un totale di 164 mila euro.

All'Associazione Culturale Sineglossa è andato un contributo di 90.500 euro per la realizzazione del progetto “Nonturismo Arcevia - L’arte per un turismo sostenibile di comunità”. Il progetto mira a posizionare il Comune di Arcevia ed il territorio circostante come punto di riferimento nazionale per turisti lenti e sostenibili, valorizzando le risorse ambientali e culturali presenti - a partire dall’identità di comunità mineraria - e puntando sul coinvolgimento della comunità locale, con particolare riferimento alle sue componenti più giovani. Proprio la storia mineraria del territorio è al centro del progetto, fungendo da stimolo e collettore per il lavoro di una Redazione di Comunità, un gruppo di cittadini che, aiutati da esperti e facilitatori, definiscono un itinerario significativo per la comunità da proporre ai “nonturisti”, che prediligono il turismo lento, gli spostamenti a piedi, l’incontro con le comunità locali.

All'Istituto di Istruzione Superiore Morea Vivarelli di Fabriano un contributo di 74.100 euro per la realizzazione del progetto “Lo Spumante Metodo Scacchi”. L’obiettivo del progetto è quello di attivare una filiera per la produzione dello Spumante Metodo Scacchi, dando una possibilità di rivitalizzazione e di rendere economicamente significative le piccole vigne. Dal 2011 è stato registrato il marchio Spumante Metodo Scacchi, attualmente gestito dalla cooperativa agricola Mastromarino che ha portato all’attenzione un metodo di spumantizzazione fortemente legato al territorio ed alla storia. L’Azienda Agraria didattica dell’Istituto ha fin da subito collaborato con la contestuale produzione di una linea di spumanti Metodo Scacchi. Con questo progetto si prevede la creazione di un servizio di supporto per la conduzione delle piccole vigne con interventi di ristrutturazione e restauro, riconoscimento varietale, gestione razionale. Previste anche iniziative promozionali supportate dalla cooperativa Mastromarino che gestisce un locale di vendita e mescita di prodotti del territorio che permetteranno di proporre sul mercato il vino spumante ottenuto e rendere finanziariamente sostenibile il progetto.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2022 alle 12:38 sul giornale del 09 dicembre 2022 - 222 letture






qrcode