x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Ex dipendente Asur accusato di truffa e peculato: patteggiata la pena a 7 mesi di reclusione

1' di lettura
992

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


avvocati legge tribunale

Lunedì, davanti al giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Ancona Francesca De Palma, si è conclusa la vicenda del senigalliese T.C. di 66 anni, dipendente dell’ASUR, oggi in pensione, accusato di aver lavorato in proprio ed in nero durante l’orario di lavoro utilizzando veicoli della stessa ASUR Marche.

Nel processo penale si era costituita parte civile l’ASUR Marche richiedendo 50.000 euro per i danni da assenteismo e danni da immagine all’ente pubblico. La Procura della Repubblica di Ancona aveva contestato al dipendente il reato di truffa aggravata per aver falsamente attestato la sua presenza in servizio mentre era invece occupato in attività lavorative estranee, nonchè quello di peculato per aver utilizzato nell'attività illecita i mezzi dell’ASUR, che lo stesso aveva la dotazione; reati per i quali il 66enne rischiava la reclusione fino ad una massimo di 5 anni. L'ex dipendente, difeso dall’avv. Corrado Canafoglia, ha ottenuto il patteggiamento della pena definita davanti al Giudice in 7 mesi di reclusione e 300 euro di multa, previo risarcimento dei danni subiti dall'ASUR Marche nella misura di 5.000 euro.



avvocati legge tribunale

Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2022 alle 18:06 sul giornale del 06 dicembre 2022 - 992 letture






qrcode