x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Bomprezzi e Pagani: “Fuga dal Comune: inizia a traballare il sistema dell’ amministrazione Olivetti”

2' di lettura
5290

da Stefania Pagani (Vola Senigallia)
Chantal Bomprezzi (Partito Democratico)
 


E’ ormai sotto gli occhi di tutti che l’Amministrazione comunale di Senigallia versa in una difficile situazione in tema di struttura della “Macchina Comunale”.

Le dimissioni dell’ingegnere Stefano Caterzi, responsabile con funzioni dirigenziali dell’Area Lavori Pubblici, rappresentano lo stato di estrema difficoltà dell’intera macchina operativa comunale dopo la spericolata e stravagante riforma dell’Ente attuata con tanta fretta al momento dell’insediamento della Giunta Olivetti. La “fuga” dell’ingegnere Caterzi rappresenta non solo il fallimento di quella riforma ma, a nostro parere, anche un duro colpo alle scelte effettuate dal Sindaco. L’ingegnere Caterzi, infatti, era un collaboratore tecnico scelto su base fiduciaria dal Sindaco Olivetti (secondo l’ art. 110 del Testo Unico degli Enti Locali) con lo scopo di raggiungere gli obiettivi programmatici nel settore dei lavori pubblici.

Questa rottura rischia di determinare un contraccolpo all’interno degli uffici comunali considerando gli importanti impegni legati ai progetti finanziati con i fondi del PNRR e al rispetto della rigida tempistica prevista dalla legislazione nazionale. Non possiamo non ricordare che ci sono ben 63 milioni di euro da spendere in tempi rapidi per rispettare le scadenze ed evitare di perderli.

Lascia veramente allibiti la facilità con cui il Sindaco Olivetti liquida la “fuga” dell’ingegnere Stefano Caterzi con tali dichiarazioni: “Uscirà presto un bando per assumere nuovi ingegneri. Non crediamo che per poter essere preparati si debba andare avanti con stipendi mirabolanti”.

Il sindaco Olivetti dovrebbe sapere che i bravi manager, anche per le responsabilità (amministrativa-penale-erariale) che si assumono, dovrebbero essere ben pagati soprattutto se si pensa ad aree come quella dei lavori pubblici e delle finanze. Rimaniamo sconcertate pensando soprattutto che al momento del suo insediamento il Sindaco Olivetti aveva affermato in Consiglio Comunale che “Il Comune di Senigallia ha bisogno di una forte riorganizzazione manageriale……”. Era questa la “riorganizzazione manageriale” che dovevamo aspettarci?!?

Crediamo piuttosto che le dimissioni dell’ingegnere Caterzi siano la punta dell’ iceberg di un diffuso malessere che si sta diffondendo all’interno di tutti gli uffici comunali. Un malessere che già sta creando difficoltà operative in molti settori e che probabilmente si accentuerà nei prossimi mesi. Questo è un lusso che la nostra città non si può permettere, soprattutto nel difficile momento storico che sta vivendo e dimostra come gli attuali amministratori non stiano riuscendo a coinvolgere il personale comunale in un vero lavoro di squadra. Tutti questi segnali che destano preoccupazione, non possono non essere la conseguenza della illogica riforma dell’Ente voluta dal Sindaco e dalla sua maggioranza, con la speranza davvero che le conseguenze non siano irreparabili per la nostra città.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2022 alle 14:10 sul giornale del 05 dicembre 2022 - 5290 letture






qrcode