statistiche accessi

Serra de' Conti: ritorna la "Festa della Cicerchia". Una tre giorni con 15 cantine, spettacoli musicali e mostre

3' di lettura 23/11/2022 - Dal 25 al 27 novembre Serra de’ Conti propone il meglio della gastronomia dell’antica cultura contadina marchigiana con un centinaio di pietanze servite nelle quindici “‘cantine del buon gusto “.

La Festa
La Festa della Cicerchia celebra ridando dignità a questo legume povero che per secoli ha fatto parte della cultura alimentare marchigiana con lo scopo di riscoprire i sapori della memoria, promuove i prodotti tipici di qualità. L’impegno della Festa è di salvaguardare dall’estinzione realtà produttive minori e a difendere il diritto alla sovranità alimentare, è l’esaltazione del buon gusto, dei colori e dei profumi dell’autunno ed ha ottenuto il riconoscimento di “Presidio Slow Food”..

Le cantine e i menù
Saranno quindici fra cantine, grotte e locande che saranno aperte per un intero fine settimana tra i caratteristici vicoli del centro storico serrano. Oltre un centinaio le persone che saranno impegnate a proporre più di cento ricette fra primi e secondi piatti. Per i primi piatti su va dalla polenta di farina di cicerchia con funghi salsiccia della “Taberna Centrale “ ala zuppa di cicerchia in pagnotta del Ristoro “La Bona Usanza “; dalle chitarrine del bracciante con cicerchia della “Cantina della Sora Albina alla zuppa di cicerchia e guanciale al”Frantoio “. Varietà anche nei secondi passando dai crostoni di polenta di legumi alla carbonaia del Ristoro “ La Bona Usanza “ai bastoni di polentina di cicerchia della “ Friggitoria dei pallonari; dal panino serrano con guanciale, cicerchia e verdure di stagione de “Al Frantoio “alla faraona al timo de “ I Male e peggio. Spazio anche per le fritture alla “Friggitoria dei Pallonari “ che propone fra l’altro : fritto misto di pesce e cremini di cicerchia. Per la delizia e non solo dei più piccoli, “ Sotto la Torre” saranno proposte: Pastarelle e biscotti della Scuola dell’Infanzia “ Il Girotondo “ e vin brulé secondo l’antica ricetta delle Suore del Monastero delle Clarisse di Serra de’ Conti. Il tutto abbinato al Verdicchio della zona e al vino di visciola.

Gli spettacoli
Nei giorni della Festa della Cicerchia, ad allietare gli avventori gruppi folkloristici itineranti quali la Martinicchia, la Cocolla, la Cuccuma e il Macinino Scacciapensieri e la Bassa Musica Città di Molfetta. Inoltre spettacoli musicali quali la presentazione del nuovo album “Sebbene” della Folkantina Live Band “ e la partecipazione dei “Funkuantobasta Marching Band “. Ci sarà la sfilata del gruppo storico “Combusta Revixi” di Corinaldo e intrattenimenti per famiglie quali il DivertiCirco, i clown emozionali Nittu e Jolanda e una speciale visita al Museo delle Arti Monastiche a lume di candela con l’evento “ARtS Lumen”.44

Ospite e Mostre
L’ospite d’eccezione proveniente da un’altra regione quest’anno sarà la l’Osteria Storica Camorelli che proporrà i prodotti dei presidi slow food del Trentino Alto Adige, come i bruscandoli e asparagi di montagna sott’olio e la confettura di corniole, il formaggio Grana Trentino e il Puzzone di Mena entrambi Presidi Slow Food..Spazio anche per l’Artigianato che si mette in mostra grazie ai mestieranti che con il loro “saper fare” ridanno vita ad antiche lavorazioni in legno, vimini, terracotte, rame, ferro, pizzi, merletti, cucito e ricami. La Festa sarà a ingresso libero e con il servizio di collegamento dalla zona artigianale al centro storco con bus-navetta attivo per il sabato e la domenica.


da Associazione Festa della Cicerchia







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2022 alle 16:01 sul giornale del 24 novembre 2022 - 554 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEwx