statistiche accessi

Uomini e mezzi specializzati per pulire la città: si lavora nella zona rossa

1' di lettura Senigallia 20/09/2022 - Sono oltre 550 i professionisti specializzati e oltre 200 i mezzi dedicati a far fronte all’emergenza alluvione. E questo numero è in costante crescita. Grazie allo sforzo congiunto del Comune con la Protezione Civile Nazionale, in 72 ore si è potuto coordinare un continuo arrivo da tutta Italia di mezzi specifici (autospurghi, bobcat, ruspe, lavasfalti…) e professionisti del soccorso, addestrati ad affrontare gli effetti di catastrofi naturali.

Ciò ha permesso di far aumentare le forze al lavoro, dalla decina di mezzi immediatamente disponibili sul territorio al 15 settembre, a una previsione di spiegamento per domani di circa 2.000 operatori totali e oltre 220 mezzi al lavoro sulle strade, compreso l’arrivo del Genio Militare. Ai 550 professionisti si affiancano i quasi mille volontari delle Associazioni di Protezione Civile, di chi si è offerto al Centro di Coordinamento Caritas per aiutare e assistere i residenti della Zona Rossa e di tutti coloro chi si sono messi a disposizione di amici e parenti in difficoltà. Senza dimenticare gli oltre 600 operatori di altri corpi: Vigili del Fuoco locali supportati da squadre di tutta Italia, Forze dell’Ordine, Croce Rossa coadiuvata da mezzi e squadre provenienti anche da fuori Regione, Polizia Locale anche dai comuni limitrofi, Mezzi della Provincia di Ancona e due squadre del CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2022 alle 22:29 sul giornale del 21 settembre 2022 - 1190 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dq4t





logoEV
logoEV