Castelleone: centrosinistra, "Contrari al Piano Regolatore Generale"

Centrosinistra per Castelleone 4' di lettura 05/08/2022 - Lunedì 1° agosto si è riunito il Consiglio comunale, tra i punti all’ordine del giorno c’era “Approvazione definitiva della variante al Piano Regolatore Generale adottata con delibera del Consiglio comunale n. 29 del 1 ottobre 2021.” Abbiamo ribadito le nostre contrarietà già espresse nei Consigli precedenti e votato contro, l’atto è stato quindi approvato con i soli voti della maggioranza.

In sede di discussione abbiamo chiesto alcune delucidazioni e chiarimenti rispetto ad alcune dichiarazioni fatte dal Vice Sindaco Persi Mauro proprio sulla delibera n. 29 del 1 ottobre 2021, argomento dell’ordine del giorno. Infatti in quella Delibera Persi aveva espresso fumose argomentazioni sulle proprietà delle aree edificabili nella zona adiacente il Palazzetto dello sport. Su queste argomentazioni testualmente e integralmente lette, abbiamo chiesto spiegazioni a Persi, poiché ci sembravano poco chiare.

Il Sindaco prontamente ci ha detto che l’argomento non era attinente all’ordine del giorno, ma in realtà eravamo in argomento eccome, visto che la delibera è espressamente richiamata nell’ordine del giorno stesso. Il Vice Sindaco Persi ha subito detto di non avere problemi a rispondere alle nostre richieste di chiarimenti ed ha cominciato a parlare, se non che il Consigliere Mandolini Enrico, in totale violazione del Regolamento e dello Statuto Comunale, ha interrotto l’intervento di Persi, impedendogli di parlare e chiedendo cinque minuti di sospensione.

Il Sindaco Manfredi, che dovrebbe garantire il rispetto delle norme e dei regolamenti, la pari dignità di tutti i Consiglieri comunali che a noi Consiglieri di minoranza ci cronometra il tempo degli interventi, manco fossimo cavalli da corsa, richiamandoci in continuazione, invece di richiamare il Consigliere Mandolini al rispetto dei regolamenti e delle norme sul funzionamento del Consiglio comunale, visto che Mandolini ha gli stessi diritti e doveri che hanno tutti i Consiglieri comunali sia di maggioranza che di minoranza, ha avallato il suo comportamento chiudendo la bocca a Persi e sospendendo i lavori e la discussione in modo scorretto e arbitrario. Finita la sospensione e ripresi i lavori, finalmente hanno dato il permesso al Vice Sindaco Persi di dire, in modo dimesso e subalterno, che non sa se i nostri rilievi sono veri, che lui non si ricordava bene delle sue considerazioni, che non ha proprietà, che ha necessità di rileggere gli atti e che (chissà quando) forse spiegherà il senso delle sue affermazioni. Apprezziamo infine il gesto del Consigliere Mandolini sul cercare di tenere un tono rispettoso del confronto in aula ma vogliamo ricordare allo stesso Consigliere gli attacchi scorretti, a volte anche ridicoli, che costantemente il suo gruppo rivolge verso di noi consiglieri di minoranza. Tutto quanto da noi riportato è stato registrato nella diretta on-line.

Di seguito riportiamo la dichiarazione di voto alla variante del Piano regolatore generale, con la quale abbiamo espresso i nostri giudizi e opinioni. Su questo punto all’ordine del giorno non possiamo fare altro che ribadire le considerazioni e i giudizi che abbiamo espresso nei Consigli precedenti. Questa variante al Piano Regolatore Generale non risponde ad un interesse collettivo ma ad esigenze di carattere elettorale e propagandistico, tanto è vero che nonostante il bando fosse scaduto da anni ed accettato richieste oltre il termine consentito, avete aspettato la vigilia delle elezioni amministrative del 2019 per usare questo argomento ai fini elettorali e per fare risparmiare soldi a chi è già ricco e possidente, tra l’altro, neanche residente a Castelleone di Suasa. Nel merito, con la cancellazione delle aree destinate alle strutture ricettive e turistiche, delle zone industriali, produttive, commerciali, la consistente riduzione delle aree edificabili, la maggioranza ha messo una pietra tombale sulle possibilità di sviluppo industriale, turistico, economico e sociale della nostra comunità. Si cancellano le ultime ed esigue possibilità di risvegliare un Paese che ogni giorno appare sempre più debole sotto ogni punto di vista, calo costante della popolazione, perdita di servizi importanti come negozi e la Banca, con le scuole che rischiano ogni anno la chiusura. Abbiamo cercato con le nostre osservazioni e suggerimenti, di ridurre i danni che questa variante produrrà negli anni futuri, ma non c’è stata nessuna possibilità di confronto con una maggioranza chiusa e ostile a qualsiasi forma di dialogo e collaborazione. Per i motivi sopra esposti il nostro gruppo vota contro al presente punto all’ordine del giorno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2022 alle 09:35 sul giornale del 06 agosto 2022 - 199 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, politica, centrosinistra per castelleone, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/djx6





logoEV