Pd: "Fratelli d'Italia all'opposizione anche quando governa: incapaci di gestire il dissenso cittadino"

3' di lettura Senigallia 04/07/2022 - Grazie all'accesso agli atti del Capogruppo Pd Dario Romano è stato confermato ciò che il Partito Democratico, tramite i suoi consiglieri, ha denunciato sin da subito: i T-red in Viale 4 novembre e nell'incrocio di Via Cilea sono stati installati con il solo scopo di fare cassa sulla pelle dei cittadini e turisti. È stato un weekend ricco di comunicati da parte di Fratelli d’Italia, alcuni sostituendosi all’Amministrazione, come nel caso della risposta al Comitato Facciamo Eco, ed altri in aggiunta a quelli dell’Amministrazione, quasi a volersi distinguere da quest’ultima.

Oltre 1200 multe in appena due mesi rappresenterebbero uno scenario da far west, con centinaia di cittadini che sarebbero passati con il rosso, se ci atteniamo ad una delle tante versioni che provengono dalla maggioranza. Esatto, una delle tante, perché evidentemente Fratelli d'Italia con i suoi continui comunicati sta creando non poca confusione.

Pochi giorni fa, il Sindaco, in un’intervista, ha dichiarato che anche il passaggio con l'arancione è sanzionabile, constatando quindi che tra le oltre 1200 infrazioni vi fossero compresi anche questi. Nell'ultimo comunicato di Fdi leggiamo invece che i T-red segnalano, e quindi multano, soltanto i passaggi con il rosso. Delle due l’una, è evidente che si debbano leggere nuovamente il Codice della Strada, per lo meno per non creare confusione tra i cittadini.

Per non parlare del linguaggio utilizzato con il quale gli esponenti di Fdi si rivolgono ai consiglieri e ai cittadini che non la pensano come loro sui social, con l’onnipresente Consigliere Liverani in prima linea che consiglia ai cittadini che protestano di evitare di passare dove sono installati i T-red. Il clima creatosi è insopportabile, Fratelli d’Italia continua a manifestare la propria supponenza denigrando chiunque si permetta di dissentire con le scelte dell’Amministrazione.

Dulcis in fundo, non può mancare in calce ad ogni post il riferimento alle elezioni 2020 e a situazioni pregresse, come se ogni azione adottata dai nostri consiglieri fosse frutto della sconfitta elettorale. Non è così, il gruppo consiliare del Partito Democratico opera a favore della città, ascoltando i cittadini, criticando ciò che c’è da criticare e facendo proposte dove c’è possibilità di farle. Gli unici ad ostentare il risultato elettorale sono i consiglieri di Fratelli d’Italia credendo che la vittoria elettorale debba esimerli da ogni tipo di critica, anche negli episodi più evidenti, come nel caso dei T-red. Siamo giunti quasi a metà mandato e ci duole constatare, ancora una volta, una maggioranza che tende sempre più a destra, alla politica urlata simil-meloniana di Fratelli d’Italia che denigra tutti coloro che non la pensano come loro. Questo modus operandi è sempre più inaccettabile e lo sta diventando anche per diversi consiglieri di maggioranza che non apprezzano il comportamento autoritario di Fratelli d’Italia.

L’installazione dei T-red, dunque, si è dimostrata per quello che il Partito Democratico ha sempre denunciato, ossia un mero strumento per far cassa, checché ne dicano Fratelli d’Italia o l’Amministrazione. La motivazione della sicurezza non regge, come già ampliamente dimostrato dai cittadini stessi, che per paura della sanzione, tendono ad inchiodare non appena vedono scattare l’arancione, aumentando notevolmente il rischio tamponamenti. Sono altri invece gli strumenti volti alla sicurezza, ad esempio la realizzazione di una rotatoria, come il Pd aveva proposto in sede di Bilancio per l’incrocio in via Cilea, o, se si vogliono mantenere i T-red, l’installazione di un Conta-secondi semaforico, anche questo richiesto da numerosi cittadini sui social.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2022 alle 09:44 sul giornale del 05 luglio 2022 - 687 letture

In questo articolo si parla di politica, pd Senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/decB





logoEV
logoEV