Fino a domenica 26 giugno a Senigallia il V Festival di Culturaidentità

4' di lettura Senigallia 24/06/2022 - Grandi nomi della cultura e dello spettacolo per raccontare l’identità della cittadina marchigiana Dopo due edizioni nel nord Italia, a La Spezia e a Casale Monferrato e dopo due al sud, a San Vito dei Normanni e ad Anagni, il quinto Festival di CulturaIdentità arriva nel centro della penisola ed approda nella cittadina di Senigallia, cuore pulsante della cultura marchigiana.

La manifestazione, diretta ogni anno dall’attore Edoardo Sylos Labini direttore del mensile CulturaIdentità, si pone l’obbiettivo di raccontare le radici storiche, artistiche e culturali del Comune che ospita la kermesse, attraverso serate di spettacolo, incontri, premi, mostre e dibattiti con i più importanti personaggi della cultura italiana. Nella tre giorni (24-26 giugno 2022) che avrà il suo palco naturale nelle centrali piazza Garibaldi e piazza Roma gli spettatori scopriranno quali sono i simboli identitari di ieri e di oggi della città fondata intorno al 389 a.C. Il Festival organizzato da RG Produzioni ha il contributo ed patrocinio del Comune di Senigallia e della Fondazione Città Identitarie. Venerdì 24 giugno ore 21.30, Piazza Roma, Edoardo Sylos Labini, accompagnato dalla chitarra di Daniele Stefani, dialoga con il filosofo e scrittore Marcello Veneziani sulle grandi personalità della cultura e dell’arte che si sono distinte per le loro analisi fuori dagli schemi nel’900 : Giuseppe Prezzolini, Leo Longanesi, Giorgio De Chirico, Oriana Fallaci, Pier Paolo Pasolini, Filippo Tommaso Marinetti, Ennio Flaiano, Luigi Pirandello, Giovanni Gentile, Gabriele d’Annunzio, Giovannino Guareschi. Ospite il direttore di RaiNews 24 Paolo Petrecca e l’attore doppiatore Luca Violini che reciterà alcuni dei più famosi brani dei Profeti inascoltati.

Sabato 25 giugno ore 21.30, in Piazza Garibaldi il racconto di SENIGALLIA, CITTÀ IDENTITARIA Una serata presentata da Edoardo Sylos Labini con il re della satira Federico Palmaroli #lepiubellefrasidiosho ed il cantautore Daniele Stefani che vedrà protagonisti i simboli della cittadina marchigiana raccontati da grandi ospiti. Mattatore di questa sezione del Festival sarà il critico Vittorio Sgarbi che partendo dalla celebre Madonna di Senigallia ci porterà a spasso, come soltanto lui sa fare, tra quadri e monumenti legati alla cittadina. Un altro importante evento storico di Senigallia, narrato da Macchiavelli ne Il Principe, è la strage perpetrata da Cesare Borgia, Duca di Valentino, nel 1503 contro i suoi nemici nella Rocca Roveresca. E proprio questa tragica pagina di storia farà da sfondo al labirintico mondo della politica di quei tempi e di quella di oggi, tra tradimenti e misteri con la presentazione del nuovo libro di Alessandro Sallusti e Luca Palamara che salirà sul palco di piazza Garibaldi per parlarci di Lobby e Logge, secondo episodio del best seller Il Sistema che proprio Sylos Labini ha messo in scena in teatro. Durante la serata verrà consegnato il Premio Art Now 2022 ad un fotografo e regista oramai di fama internazionale che proprio a Senigallia nasce e lavora, Lorenzo Cicconi Massi ed un’altra famosa artista del territorio, Anna Teresa Rossini, reciterà alcuni brani di Giacomo Leopardi. Ospite della serata anche lo storico marchigiano Massimo Baronciani.

Domenica 26 giugno dalle ore 19.00 in Piazza Roma UNA RETE DI COMUNI PER RILANCIARE L’ITALIA Uno spazio dedicato all’incontro con direttori di importanti testate giornalistiche: il direttore di AdnKronos Gianmarco Chiocci, il vice direttore de Il Giornale Francesco Maria Del Vigo, il direttore de ilgiornaleOFF Raffaella Salamina insieme al nuovo vice direttore del mensile CulturaIdentità Fabio Dragoni, per cercare di capire all’indomani dei ballottaggi alle amministrative come rilanciare i nostri Comuni di provincia. Verrà inoltre consegnato il Premio CulturaIdentità Lavoro al giuslavorista prof. Nino Carmine Cafasso per il suo importante sostegno dato al mondo del lavoro in questi 2 anni di pandemia. Modererà l’incontro Edoardo Sylos Labini. Infine dal 24 giugno nell’ex Ostello della Gioventù si potranno ammirare 21 ritratti della Mostra I Profeti Inascoltati del ‘900 curata da Miriam Pastorino, e Andrea Lombardi con i disegni di Dionisio di Francescantonio. In caso di pioggia il Festival si terrà nei giorni 24-25 giugno alla Rotonda a Mare, il 26 giugno alla Chiesa dei Cancelli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2022 alle 14:43 sul giornale del 25 giugno 2022 - 406 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dcOo





logoEV