Castelleone: "Giacomelli  storie di terra" inaugurazione sabato

1' di lettura 17/05/2022 - “Fotografare è come scrivere. Il paesaggio è pieno di segni, di simboli, di ferite, di cose nascoste. È un linguaggio sconosciuto che si comincia a leggere, a conoscere nel momento in cui si comincia ad amarlo, a fotografarlo.” M. Giacomelli

Il paesaggio ci descrive, racconta la nostra storia e le nostre radici. È quella parte di territorio i cui caratteri distintivi derivano dalla natura, dalla storia umana e dalle relazioni tra di essi.

Queste riflessioni sono il motore dell’attività che ha visto i ragazzi delle classi terze della Secondaria di I grado dell’I.C. Corinaldo mettersi alla prova sul racconto del proprio paesaggio.

Dopo una passeggiata nei luoghi amati e fotografati da Mario Giacomelli, le immagini del fotografo sono state il punto di partenza e la fonte di ispirazione per leggere e interpretare i luoghi della propria quotidianità. I ragazzi hanno osservato il loro paesaggio e lo hanno fotografato. Ne hanno interpretato le tracce e i segni, per poi tradurli in elaborati personali in cui materiali poveri animano l'espressione. Da questo sguardo creativo sul paesaggio è scaturita anche la parola, formando testi descrittivi e poetici che dialogano con le opere grafiche, in un mutuo arricchirsi di significati. Infine, i lavori sono stati corredati da didascalie in lingua straniera e da alcuni codici QR che rimandano agli approfondimenti in ambito ambientale svolti in classe.

L'esito del lavoro sarà visibile nel percorso espositivo che verrà inaugurato il 21 maggio 2022, ore 16:30, a Castelleone di Suasa, presso le Logge di Corso Marconi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2022 alle 10:33 sul giornale del 18 maggio 2022 - 280 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, attualità, comune di castelleone di suasa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7N4





logoEV
logoEV
logoEV