Arcevia: aveva ucciso un lupo con una trappola, 79enne patteggia. Sconto di pena per la donazione al Wwf

1' di lettura 13/05/2022 - Aveva ucciso un lupo realizzando una trappola con alcuni lacci metallici a nodo scorsoio. Per questo un 79enne di Arcevia è finito a processo.

Il lupo, “Drago”, un maschio adulto, che era dotato di “radiocollare” per monitorare a livello scientifico gli spostamenti della specie sul territorio, era stato trovato morto a causa di una ferita provocata sul collo dal nodo scorsoio del cavo di acciaio.

Dopo una breve indagine i carabinieri forestali hanno individuato il responsabile, denunciato per i delitti di uccisione di animali ai sensi del Codice Penale e per uccisione di fauna particolarmente protetta.

Il 79enne, un pensionato del luogo, è finito a processo, patteggiando una pena di 6 mesi di reclusione (pena sospesa), più 300 euro di multa. L'uomo ha ottenuto uno sconto di pena anche grazie ad una donazione al Wwf, che gli ha concesso di beneficiare delle attenuanti.






Questo è un articolo pubblicato il 13-05-2022 alle 11:06 sul giornale del 14 maggio 2022 - 3256 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7gj





logoEV
logoEV
logoEV