statistiche accessi

Corinaldo: grande partecipazione per il 25 aprile festa della Liberazione

3' di lettura 26/04/2022 - Grande partecipazione, a Corinaldo, per la celebrazione del 25 aprile, 77°anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, fine dell’occupazione nazista e caduta del fascismo.

Un bel sole ha accolto i tanti presenti, adulti, giovani e bambini, cittadini corinaldesi e turisti, guidati dal sindaco Matteo Principi con alcuni rappresentanti della Giunta e del Consiglio Comunale. Presenti le associazioni dei combattenti e reduci, gli Artiglieri e i Bersaglieri. Tutti insieme, accompagnati dalle note del corpo bandistico “Città di Corinaldo”, si sono uniti in un corteo che si è snodato dal Palazzo comunale fino al Monumento ai Caduti e al Sacrario Cittadino, rendendo omaggio a chi ha combattuto per la pace (al Sacrario Cittadino il sindaco ha consegnato una medaglia al figlio del reduce di fanteria, l’ostrense Domenico Tombesi), per concludersi nella Sala “A.Ciani” del Comune di Corinaldo; lì Settimio Ciani, figlio di Arnaldo Ciani, comandante partigiano e primo sindaco dopo la Liberazione, ha consegnato la borsa di studio dedicata a suo padre a Chiara Biagini, studentessa della scuola secondaria di primo grado “Guido degli Sforza” di Corinaldo per il miglior componimento di storia contemporanea sulla tematica attuale del lavoro minorile in Italia e nel mondo. Tema menzionato, ma non vincitore, quello dello studente Brando Bollettieri.

Il Sindaco di Corinaldo, Matteo Principi: «Ciò che oggi viviamo non è solamente un ricordo della nostra storia, di uno dei momenti più drammatici come quello dell’oppressione nazifascista, ma è un vero e proprio esercizio di rimarcare l’universalità dei valori di democrazia, pace, accoglienza, tolleranza e del confronto democratico. Un ricordo vivo e attento e pieno di gratitudine per le vite di tanti civili, partigiani e militari ovunque caduti e dispersi. Forse in questo periodo siamo tutti più consapevoli di quanto sia importante la pacifica convivenza tra popoli: il conflitto in Ucraina, ma anche tanti altri conflitti, magari più lontani ma presenti da troppo tempo continuano a far soffrire e far morire tante persone. È chiaro un nostro appello alla pace che parte proprio dal 25 aprile. Ci rendiamo altrettanto conto che i risultati raggiunti, ad un costo altissimo, come la libertà, non è qualcosa di raggiunto per sempre, ma che dobbiamo impegnarci a mantenere.

Ringrazio Settimio Ciani, figlio di Arnaldo al quale è dedicata la borsa di studio, evidenziando quanto istruzione e liberazione sono due elementi fondamentali del 25 aprile: solamente con menti pensanti, con capacità di elaborazione e di espressione si possono raggiungere risultati importanti per tutta l’umanità.»

Conclude: «Essendo per me l’ultima Festa della Liberazione nel ruolo di sindaco della nostra comunità, ci tengo a ringraziare giunte e consigli comunali che si sono susseguiti negli ultimi due mandati, per aver collaborato con il sottoscritto, per l’impegno costante verso i bisogni della comunità; ringrazio anche tutte quelle persone, presidenti o componenti di associazioni, consulte e singoli cittadini, appassionati che hanno dato un contributo per la collettività. Il prossimo 12 giugno il mio mandato da sindaco si conclude e saremo tutti chiamati a esprimere un voto su un nuovo progetto politico amministrativo per la nostra amata Corinaldo. Auguro a tutti, nel solco del 25 aprile, di seguire e partecipare attivamente fino all’espressione di voto, come segno di democrazia e libertà.»








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2022 alle 12:47 sul giornale del 27 aprile 2022 - 275 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c3Ng





logoEV