Comitato chiede alla Regione di riqualificare l'Ospedale di Senigallia

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia 3' di lettura Senigallia 25/01/2022 - La Regione chiamata a riqualificare l'ospedale di Senigallia dice il Pd. "L’insignificanza politica della nostra città a livello regionale è stata certificata, nel settore più importante, la sanità."

La premessa è certamente centrata e anche noi del Comitato critichiamo giornalmente e aspramente la Giunta Acquaroli e l'Assessore Saltamartini per non ascoltare le necessità dei senigalliesi. Quello che manca è il "mea culpa" del PD per i 10 anni passati quando invece c'era eccome la RAPPRESENTANZA politica di Senigallia sia in Regione che in Comune. . Amaramente e onestamente dobbiamo dire purtroppo che scontiamo la politica dei Governi Regionali passati ma poichè non si vive di ricordi, dannosi in questo caso per la salute dei cittadini, la Giunta Acquaroli deve cambiare registro per ciò che concerne la sanità. Se non lo farà andremo sotto la Regione e manifesteremo contro, come facemmo all'epoca con due “FlashMob” contro il vecchio Governo. Allora incontrammo anche il Sindaco di Cingoli Saltamartini, oggi assessore Regionale che scaricava un camion di neve davanti a Palazzo Raffaello, anche lui per protesta.

Perchè oggi che è a capo della sanità Regionale da oltre un anno non si ricorda delle criticità dell'Ospedale di Senigallia rimaste le stesse da allora?? La verità secondo noi, e lo abbiamo scritto e detto da tempo, è che la Regione a Sud di Ancona ha Assessori, Saltamartini e Castelli, a Est ha l’Ass. Ciccioli che difende Fabriano ma a Nord salta a piè pari Senigallia, che non ha assessori che la difendono, per riprendere da Fano in su con l’Ass. Baldelli che difende a spada tratta il suo territorio. A Senigallia c’è solo il Sindaco Olivetti, che ha già diffidato la Regione chiedendo una riqualificazione del nostro Ospedale (quindi la si smetta di tirarlo in ballo perchè lui ha già coinvolto tutti i Sindaci (9 con lui) del Distretto sanitario), e che si batte per la salute dei cittadini. Ma anche lui inascoltato, fino ad ora !! Questa differenza di attenzione però fa si che le risorse umane (personale sanitario) non vengano mai destinate a Senigallia con 6 U.O. Complesse in meno !!. E lo stesso vale per le risorse economiche necessarie all'acquisto di attrezzature sanitarie. Avevano detto che sarebbe arrivata la nuova TAC al Pronto Soccorso, apparecchio tanto agognato e soprattutto necessario per avere un percosso distinto sporco/pulito che distanzi i pazienti contagiati dagli altri. Bene, il giorno dopo la notizia è stata smentita !!.

Forse per risparmiare?? Alla luce di queste e altre criticità sotto gli occhi di tutti abbiamo proposto di staccarci da Jesi e Fabriano, ospedali invece potenziati rispetto a Senigallia e non certo in base alle maggiori prestazioni sanitarie svolte. La nostra proposta è quella di fare un Ospedale Territoriale con i Comuni a Nord di Ancona (Falconara, Montemarciano e Chiaravalle) perchè Senigallia, con una popolazione di circa 100mila abitanti compresi i comuni del distretto, senza considerare l'incremento durante la stagione turistica, non può essere trattata come la Cenerentola dell'AV.2. Ma noi siamo cittadini e non abbiamo la forza politica da abbinare alle nostre proposte. Occorre che il consiglio regionale unito si faccia carico della riqualificazione del nostro Ospedale e solleciti la Giunta Regionale a porre rimedio a questo declassamento. Noi saremo al loro fianco.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2022 alle 15:14 sul giornale del 26 gennaio 2022 - 352 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHnv





logoEV
logoEV
logoEV