Il prof. Silvestri minacciato di morte dai no-vax per la laurea honoris causa a Fauci: "La scienza vincerà sulle scemenze"

3' di lettura Senigallia 14/01/2022 - L'immunologo e virologo di fama internazionale e docente alla Emory Univesity di Atlanta Guido Silvestri, è stato insultato è minacciato di morte dai no-vax dopo la cerimonia di conferimento della laurea honoris causa al virologo americano Antony Fauci.

Il prof. Silvestri ha partecipato alla cerimonia del collega e amico Fauci e poco dopo è stato attaccato da commenti dei no-vax sul suo profilo Twitter che ancora una volta prendono di mira scienziati e medici (compreso lo stesso Fauci). "Oggi ho avuto l'onore di presenziare alla cerimonia di consegna di una laurea ad honorem al Direttore del NIAID, Dr. Anthony S. Fauci, da parte dell'Università La Sapienza di Roma. La cerimonia, nonostante il carattere virtuale, è stata molto bella e toccante, oltre che impeccabile dal punto di vista tecnico. Tony -- che ho l'onore di conoscere personalmente dal lontano 1994, e che supporta, attraverso NIAID, il mio laboratorio dal 2001 -- era visibilmente commosso, ed a me ha fatto enorme piacere che lui mi abbia pubblicamente definito un "old and dear personal friend". Sono stato anche contento di aver potuto, nel fuori-onda dopo la cerimonia, trasmettere a Fauci la mia personale solidarietà per i gravi attacchi che ha subito di recente da alcuni politici e media -racconta il prod. Silvestri- Purtroppo il mio ottimo umore è stato (in parte) guastato dal vedere come su Twitter il mio post su Fauci sia stato sporcato da decine di commenti offensivi nei suoi e miei confronti da parte di un gruppo organizzato di no-vaxx e complottisti vari. Questi soggetti hanno come controparte, ugualmente insensata, la congrega di quei "fascio-chiusuristi" e professionisti del panico che si firmano "teamfauci" (ma lui li prenderebbe a zampate nel sedere) e che da mesi ci attaccano perché, a dir loro, l'ottimismo è pericoloso, e perché abbiamo usato espressioni come "il virus ha i giorni contati" o "cavalleria dei vaccini" (o, ancor peggio, "poesia dei vaccini")".

"Su questo punto voglio dire qualcosa di chiaro e forte -continua Silvestri- Questa paccottiglia di leoni o leonesse da tastiera, gente che quasi sempre non ha nemmeno il coraggio di firmarsi col suo nome; gente che con le loro continue scemenze getta discredito tanto sulla scienza (di cui non capiscono nulla) quanto sulla medicina moderna che dalla scienza stessa deriva e si nutre; questa gente che confonde il sarcasmo con l'intelligenza e la violenza verbale con la sincerità -- dicevo, questa gente NON vincerà, ma finirà presto nel dimenticatoio, che è l'unico posto in cui meritano di stare. Perché è solo grazie alla scienza, ed a dispetto di questa robaccia, che stiamo sconfiggendo Covid per tornare, tutti insieme, a vivere una vita normale".





Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2022 alle 10:44 sul giornale del 15 gennaio 2022 - 2470 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cE9F





logoEV