Viaggi: la magia del Messico

3' di lettura Senigallia 14/01/2022 - Se nella vostra mente è presente il pensiero "Messico cosa vedere?", questo è esattamente l'articolo che fa al caso vostro. Parliamo di uno stato poliedrico e ricco di spunti, dove convivono diverse realtà racchiuse in un'unica anima gioiosa e divertente.

Parliamo di una terra dalla tradizione millenaria, che ha ospitato alcuni tra i popoli più importanti dell'antichità, che hanno lasciato meravigliosi siti archeologici e usanze davvero particolari.

Prima di partire insieme alla scoperta del Messico, visto il periodo storico particolarmente delicato, meglio sottoscrivere un'assicurazione viaggio seria e affidabile come quelle che propone Heymondo, che possa prevedere tutti gli accadimenti, gli incidenti e gli imprevisti sanitari che potrebbero capitare durante un tour in una terra così lontana.

Cozumel

Iniziamo con l'isola più grande dell'intero stato, caratterizzata da una flora rigogliosa che conferisce un meraviglioso colore verde se vista dall'alto, che si fonde con il blu intenso del mare.

Numerosi sono i resti che è possibile osservare camminando o presso il museo dell'isola, che riportano all'antica presenza dei Maya e a tutte le innovazioni che hanno portato nel tempo.

Parco ecologico di Punta Sur

Se siete amanti degli esemplari esotici e volete osservare variopinti uccelli nel loro habitat, non potete perdervi una delle riserve naturali più ampie del mondo.

Non possono mancare all'appello enormi coccodrilli e impressionanti tartarughe marine, capaci di nuotare al di sopra di una barriera corallina che ha pochi rivali nel mondo.

La spiaggia di Punta Sur merita di essere visitata per la pulizia delle sue acque e per la vasta gamma di pesci che è possibile osservare già a pelo d'acqua.

Città del Messico

Definito spesso uno dei luoghi più affollati al mondo, Città del Messico vi colpirà per la sua mole di luci ed edifici coloniali, che si uniscono a costruzioni più moderne di dimensioni maggiori.

Le istituzioni si trovano tutte a Plaza della Constituciòn, dove è possibile ospitare fino a 200.000 persone in occasione di eventi particolari. È molto affascinante pensare che proprio qui sorgesse l'antico centro di Tenochtitlàn, dove gli Aztechi avevano posto la propria capitale.

Uxmal

Molti di voi avranno già sentito nominare questa antica città Maya, ormai ridotta in rovina e soprannominata città rosa per il colore della sua pietra calcarea. Patrimonio dell'Unesco ormai da diverso tempo, era sede di circa 20.000 abitanti e possedeva un sistema idrico decisamente moderno e funzionale.

Tuttavia a determinare la sua distruzione fu paradossalmente la siccità, che impedì un suo ulteriore sviluppo. Secondo quanto raccontato nella leggenda, la Piramide dell'Indovino venne costruita in una sola notte da un nano e ancora oggi è possibile osservarla in tutta la sua impotenza e magnificenza.

Chichén Itza

Ancor più noto è il sito di Chichén Itza, con la sua caratteristica struttura a gradoni che sembra ricordare quella dei libri di storia. Durante gli equinozi, la luce si insinua in maniera talmente particolare che sembra quasi comparire un serpente strisciante, lasciando i fortunati presenti a bocca aperta.

Puerto Escondido

Terminiamo con il luogo dove la Sierra Madre incontra il mare, creando un contrasto unico nel suo genere e decisamente selvaggio. Gli amanti della natura non possono perdere un'escursione di questo genere, gettandosi nelle acque chiare e cristalline e osservando la fauna e la flora locali.






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2022 alle 09:11 sul giornale del 14 gennaio 2022 - 43 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cE9r





logoEV