Il Comitato dell'ospedale: "Il tracciamento andava rafforzato prima del boom dei contagi"

Tamponi e test covid estate 1' di lettura Senigallia 12/01/2022 - Da un medico Usca riceviamo questa riflessione. "Da ieri ufficialmente i rapidi fatti in farmacia non necessitano di conferma con il molecolare, dato che con i numeri attuali arrivano anche 600 richieste al giorno e neanche con un esercito dedicato di infermieri si riuscirebbe ad evaderle.

Quanto al tracciamento dei contatti dei positivi questa capacità si perde già con una incidenza di 50 nuovi casi su 100000 abitanti a settimana. Siamo a oltre 10 volte in più. Dovevano pensarci prima a rinforzare queste strutture già in carenza da prima. E anche in questi 2 anni non è stato fatto niente. Inoltre anche per il tampone di guarigione dopo una quarantena è valido quello rapido della farmacia o dal medico di base purché comunicato alla Usl"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2022 alle 18:09 sul giornale del 13 gennaio 2022 - 657 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, analisi, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia, comunicato stampa, tamponi, covid

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cERM





logoEV