Il migliore testo teatrale sulla sicurezza sul lavoro va a Corinaldo: vince Roberta Rocchetti

2' di lettura Senigallia 07/12/2021 - È Roberta Rocchetti, autrice di Corinaldo, la vincitrice del concorso per testi teatrali dedicati alla sicurezza sul lavoro. Il contest, lanciato nell’ambito del progetto B.Art al quale hanno collaborato Soluzioni Srl, azienda anconetana attiva nel campo della formazione, Consorzio Marche Spettacolo e l’associazione Teatro Giovani Teatro Pirata di Jesi, ha visto arrivare ben 43 copioni da tutta Italia.

La Rocchetti ha trionfato con il brano "Tre,2" ispirato a racconti di persone vicine, di incidenti avvenuti o sfiorati di un soffio. La giuria di qualità del concorso ha anche assegnato due menzioni speciali, per la capacità di coinvolgere con i loro scritti, alla fiorentina Brigida Cesareo e alla milanese Giulia Vannozzi. Testi che potranno ora essere utilizzati nei corsi Play Sicurezza, innovativo metodo di formazione che sfrutta la collaborazione virtuosa tra imprese e arte, tra tecnici e artisti.

“L’80% degli infortuni sul lavoro – spiega Alessandro Nanni, ad di Soluzioni - deriva da comportamenti errati. Riuscire ad azzerarli o ridurli il più possibile passa per una modifica delle abitudini e per questo dobbiamo puntare a una comunicazione che non annoi e che riesca a coinvolgere”. La produzione artistica, dunque, per una formazione efficace, capace di arrivare al cuore di chi ascolta e di stimolare i processi organizzativi interni di un’azienda. La cultura per sostenere le aziende. Lo spettacolo che si fa formazione.

La premiazione si è tenuta nei giorni scorsi alla Mole Vanvitelliana di Ancona al termine della prima di “Back to the safety”, cortometraggio promosso da Play Sicurezza e diretto da Nikola Brunelli che, insieme a Emanuele Mochi, si è occupato anche della sceneggiatura. Quattro minuti, un pugno allo stomaco dello spettatore che assiste alla storia di un bambino che riuscirà a creare una macchina del tempo per tornare indietro e salvare il padre da un incidente mortale sul lavoro.

“Puntiamo a far riflettere le persone sulla responsabilità personale delle scelte, su come possano intervenire per migliorare la propria e altrui sicurezza – conclude Nanni – Vogliamo si diffonda l’idea che chiunque, ogni qualvolta si trovi di fronte ad un'attività a rischio, deve intervenire a prescindere dal livello gerarchico aziendale: solo così diminuiranno gli infortuni”. Premi anche alle aziende marchigiane che hanno scelto Play Sicurezza per la propria formazione aziendale. Nel corso dell’evento sono stati anche presentati i progetti che l’azienda anconetana ha in mente per il 2022 per continuare a coniugare modelli di business sempre più efficienti senza trascurare però il benessere e la qualità della vita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2021 alle 09:34 sul giornale del 09 dicembre 2021 - 383 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cyzv





logoEV