Corinaldo: Il Centro Studi S.Maria Goretti una casa per combattere la violenza di genere

2' di lettura 03/12/2021 - «Auspichiamo che il nostro Centro Studi internazionale Santa Maria Goretti diventi una casa per tutti coloro che sono sensibili a questa tematica, non solo il 25 novembre ma sempre.» Il pensiero del sindaco Matteo Principi a chiusura di un fine settimana dedicato alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Il weekend dedicato alla Giornata e organizzato dal Comune di Corinaldo con lo scopo di sensibilizzare e spingere ad agire per il cambiamento, è iniziato con la presentazione del libro di Maurizio Marinucci “Lascia che sia l’amore”, la storia di Giuseppe e Dora, due ragazzi provenienti da mondi diversi, che nonostante tutto si innamorano ma sono ostacolati fino alla persecuzione e alla privazione della propria libertà, perfino e soprattutto dai parenti più stretti, a causa delle costrizioni sociali e dei pregiudizi di genere.

«Maurizio Marinucci ci ha raccontato una storia antica e sempre nuova: quella di donne e uomini in bilico tra libertà e convenzioni sociali, ruoli definiti e desiderio di ascoltare se stessi. -la riflessione di Laura Mandolini, moderatrice anche del dibattito post presentazione “La violenza di genere nella sua espressione sociale”, a cura dell’associazione “Dalla parte delle donne.”- Cambiano i protagonisti, i tempi, i paesaggi, ma la sfida è sempre la stessa: essere e dovere essere, amarsi ed amare" Il fine settimana si è concluso con la camminata contro la violenza di genere “Non chiudere occhi” organizzata dall’Anpi Trecastelli alla quale il Comune di Corinaldo ha aderito, con partenza dal Museo Nori de’ Nobili di Trecastelli fino al MA- Moderna Agorà di Corinaldo.

«Come Amministrazione questa giornata assume un valore fondamentale, soprattutto per quanto riguarda temi imprescindibili per contrastare la violenza di genere. Un 25 novembre sul quale è sempre importante accendere i riflettori ma che da solo non basta perché necessita dell’apertura di una strada tutti giorni e in ogni luogo. – continua l’assessora alla Cultura e Pari opportunità Giorgia Fabri- Dobbiamo portare questi temi all’interno della nostra quotidianità ed è quello che vogliamo fare con il Centro Studi, concreto impegno culturale che va a lavorare sulla cultura e l’educazione. In più, come istituzione, ci mettiamo a disposizione di associazioni ed enti che trattano questi temi e lavorano su progetti solidi ad esempio ragionando sul tema del lavoro alle donne vittime di violenza o implementando i servizi a loro dedicati, alcune delle tante azioni importanti messe in campo per risolvere questo fenomeno.»








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2021 alle 13:55 sul giornale del 04 dicembre 2021 - 339 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cx1r