Comitato cittadino: "L’Unità Operativa di Radiologia di Senigallia ancora una volta penalizzata"

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia 3' di lettura Senigallia 01/12/2021 - Cari direttori di Area Vasta e di Asur rispondete a questi interrogativi !! Come è messa l’Unità Operativa di Radiologia? E’ sufficiente il personale Tecnico sanitario di radiologia dell’Ospedale di Senigallia?

Su queste domande con le quali chiamiamo in causa il Dr.Guidi (AV2) e la Dr.ssa Storti (ASUR) ci siamo dedicati a conteggiare le assunzioni e le dimissioni nell’ultimo anno dei tre Ospedali di Area Vasta 2, Senigallia, Jesi e Fabriano. JESI: ha assunto da Aprile 2021 n.5 Tecnici da concorso, contro 3 dimessi. SENIGALLIA: ha assunto 2 Tecnici a settembre 2021 ( 1 dalla mobilità interna ASUR e 1 dal concorso ) contro 2 dimessi; FABRIANO: ha assunto 2 Tecnici dal concorso ( 1 a tempo indeterminato e 1 a tempo determinato ) contro 2 dimessi; Cingoli ha assunto 1 Tecnico a tempo indeterminato dal concorso contro 1 dimesso; Ancona ( Castelfidardo, Crass, Loreto ) è sotto di 4 posti di Tecnici di radiologia In base a questi numeri il Direttore, dr. Guidi, ha stabilito come fabbisogno complessivo dell’AV2 un numero di Tecnici di radiologia pari a SEI unità ed ha disposto che QUATTRO di questi devono andare a implementare la pianta organica di Ancona e DUE quella di Jesi. Niente per Senigallia è inaccettabile!

Facciamo due semplici considerazioni: -la prima: che l’assunzione di quattro Tecnici di radiologia per Ancona ci stanno perchè destinati al Distretto che comprende Crass, Loreto e Castelfidardo.

-la seconda: che i due Tecnici di radiologia destinati esclusivamente a Jesi non ci stanno per niente perché l’Ospedale ha già ricevuto due unità attingendo dalla graduatoria di concorso (+5 assunzioni -3 dimissioni ). La Radiologia di Senigallia invece per l’anno 2021 è in pareggio: ( +2 assunzioni -2 dimissioni), ma è da sempre in difficoltà ad eseguire gli esami nei tempi stabiliti dal SSN e dalla Sanità Regionale anche per la vocazione turistica della città che vede arrivare tanti vacanzieri durante tutto l’anno. Pertanto la logica avrebbe dovuto vedere almeno un Tecnico di radiologia destinato all’Ospedale e questa scelta sarebbe stata solo una perequazione sanitaria, non un privilegio.

L’Ospedale Senigallia deve avere lo stesso trattamento delle altre strutture dell’AV2 anche per i carichi di lavoro più pesanti dovuti ad un indotto di circa 100mila cittadini e il cui numero aumenta notevolmente per il turismo. Perché cari direttori non avete preso in considerazione questi numeri che anche voi conoscete? È noto da tempo che la carenza di queste figure professionali tocca anche il reparto di Radiologia di Senigallia per la quale purtroppo non sono state previste nuove assunzioni. La mancanza di Tecnici (e di Medici) lascia di fatto scoperte le postazioni di lavoro e la conseguenza è l’allungamento sempre più delle liste di attesa, cosa non più accettabile. La Radiologia di Senigallia ha recentemente assunto due Tecnici di radiologia per l’esigenza di sostituire due dimissioni, e ci mancherebbe!

Nonostante tali assunzioni però il reparto continua ad essere penalizzato in quanto soffre della carenza di organico accumulata in tutti questi anni. E allora cosa aspettate di implementare l’organico? Ci domandiamo e chiediamo ai direttori perché mai una cittadina come quella di Senigallia, demograficamente importante e bisognosa di elargire prestazioni radiologiche soprattutto durante la stagione turistica estiva e non solo, non possa avere almeno un nuovo Tecnico di radiologia tra i sei a disposizione. A farne le spese restano sempre i cittadini senigalliesi che si vedono costretti a ricorrere ai ripari prenotando prestazioni radiologiche anche basilari in altre strutture sanitarie lontane dalla propria città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2021 alle 09:47 sul giornale del 02 dicembre 2021 - 414 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxrE





logoEV
logoEV
logoEV