Società Sportive sul piede di guerra: il Comune annuncia rincari del 400% e meno spazi. Oggi la prima serrata

3' di lettura Senigallia 24/11/2021 - Società sportive tutte compatte nell'azione di protesta contro l'Amministrazione Comunale che ha annunciato "importanti cambiamenti" a partire dal 2022. Tra le modifiche illustrate dall'assessore allo sport Riccardo Pizzi ci sarebbero "la riduzione degli orari delle palestre per le società e l'aumento a dismisura delle tariffe".

Gabriele Zazzarini (Pallavolo Senigallia) e Mauro Guenci (Roller Team) hanno sottolineato il valore sociale dello sport e il disconoscimento da parte dell’Amministrazione del ruolo e dell’importanza di un settore che andava aiutato e non affossato. “Ci saremmo aspettati che il Comune, dopo i due anni drammatici di Covid, ci venisse in aiuto concedendoci gli impianti per un periodo gratuitamente o con costi minori. Invece, è arrivato questo colpo pesantissimo. Così siamo destinati a chiudere”. Gli ha fatto eco Roberto De Costanzo (kung fu tradizionale) che ha sottolineato come è assurdo che il Comune voglia ripianare i mancati introiti con le società sportive che svolgono una funzione sociale al pari della scuola e dei servizi sociali.

Rino Frulla della Vigor Senigallia ha espresso grande preoccupazione ricordando che già le società sportive sono piegate dai costi per le procedure covid. Sabbatini della Polisportiva ha invece sottolineato che queste misure insostenibili arrivano nel momento in cui le società sportive hanno visto una diminuzione di iscrizioni del 30%.

Roberto Paradisi, avvocato e direttore tecnico della U.S. Pallavolo Senigallia, ha esordito spiegando che le società sportive "che svolgono un ruolo anche sociale, hanno investito e resistito durante il Covid ed ora ci si aspettava un maggior supporto dall'amministrazione''. Una protesta che coinvolge numerose realtà sportive cittadine come Assta Arcieri Senigallia, Atletica Senigallia, U.S pallavolo Senigallia, Vigor Senigallia, AS TKFA Arti Marziali, Team Roller Senigallia, Senigallia Basket 2020, Tennis Tavolo Spiaggia di Velluto, Polisportiva Senigallia, Senigallia Calcio, All Blacks Taekwondo, Senigallia Skating, Accademia Pugilistica e Team Roller Senigallia.

''In circa 40 anni che ho memoria dello sport cittadino - prosegue Paradisi - quasi tutte le società sportive per la prima volta sono riunite attorno a un tavolo con un obiettivo ed è un dato che fa riflettere. L'assessore Pizzi ci ha spiegato che dal 2022, in base a una norma del 1977 non correttamente interpretata, si darà priorità alle scuole piuttosto che alle società sportive, nell'uso delle palestre e questo significa dimezzare (e sono ottimista) i settori giovanili. Siamo di fronte a uno scenario apocalìptico. Altra questione, oltre a quella della riduzione degli spazi, è quella dell'annunciato aumento delle tariffe di ben +400%, dovuto ad una modifica nel calcolo dei costi che il Comune intende applicare. Aumento dei costi che in ultima ratio si ripercuoteranno sulle famiglie che vedranno aumentare a dismisura le spese per le attività sportive dei figli''.

''Vorrei puntualizzare che l'atletica - aggiunge Carlo Mattioli dell' Atletica Senigallia - dal Covid ha perso molti amatori, e ad oggi ci stiamo arrampicando sugli specchi. Queste nuove tariffe sono troppo alte''. Intanto è stato annunciato per giovedì 25 novembre uno sciopero durante il quale alcune società sportive terranno chiusi simbolicamente alcuni impianti sportivi per una ''serrata dimostrativa''.








Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2021 alle 19:10 sul giornale del 25 novembre 2021 - 1099 letture

In questo articolo si parla di attualità, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwbp


logoEV
logoEV