Il Best Pastry Chef italiano è di Senigallia

3' di lettura Senigallia 22/10/2021 - Per l'edizione 2021 del prestigioso concorso organizzato annualmente dalla Food&Wine Italia a ricevere la corona di Best Pastry Chef è stato Mattia Casabianca, un orgoglio di questa città ottimamente rappresentata nel mondo dell'alta cucina nazionale e non solo.

Infatti lo chef Casabianca è proprio nato qui a Senigallia nel 1993, dove è cresciuto a stretto contatto con la pasticceria di famiglia e la sua nonna dedita alle preparazioni tradizionali. Sembrava quasi un destino segnato per lui, che dopo un primo approccio con il liceo scientifico ha optato con determinazione per cinque anni di istituto alberghiero e uno all’ALMA sotto lo sguardo rigoroso di Matteo Berti.

Proprio la frequentazione di quell'ALMA, il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale avente sede nello splendido Palazzo Ducale di Colorno (Parma), si può definire il trampolino di lancio perfetto per la sua carriera tra i grandi del settore. Dopo l'Emilia comincia la scalata a cominciare da Londra alla celebre sala da tè Sketch, poi due anni al fianco di Michel Roux a imparare la vera pasticceria francese.

A seguire ha aggiunto al curriculum anche qualche esperienza in Australia, nel pop up di Heinz Beck presso l’hotel Metropole di Montecarlo ed in Spagna, tra Paco Torreblanca e i fratelli Roca. Nel 2019 il ritorno a casa mentre Mauro Uliassi si trovava in piena fase di ricerca di un nuovo pasticcere: è così che Mattia Casabianca entra a far parte dello staff del ristorante pluristellato, ricoprendo l'importante ruolo di Executive Pastry Chef.

Il riconoscimento a questo giovane maestro conferito in occasione degli Food&Wine Italia Awards 2021 arriva quasi in contemporanea con un altro importante successo per la comunità di Senigallia, ovvero quello sportivo di Giorgia Della Valle festeggiata all'incontro voluto da Rotary e Rotaract per onorare il trionfo nella competizione mondiale under 21 di vela classe ILCA 6.

Ma sempre nell'ambito enogastronomico non si può trascurare un altro primo premio che rende lustro alla provincia. Stiamo parlando di quello ricevuto da Riccardo Baldi, alla guida della cantina biologica "La Staffa" di Staffolo, insignito del titolo di Best Winemaker under 35 sempre egli Food&Wine Italia Awards 2021.

"Un mercato, quello del vino, che cresce costantemente con un 40% dei consumatori che propendono per quello bianco e che solo nel continente europeo vale 147,5 miliardi di dollari, con l'Italia leader per export e consumi in crescita anche in Paesi finora non di punta come l'Olanda - afferma la redazione di Allabouther - Questo spinge anche il mercato di accessori come bicchieri, decanter e portabottiglie di design".

Tuttavia, l'Italia è in forte apprensione per i destini delle future vendemmie alla luce di quanto riportato da Assoenologi sulla diminuzione del 9% del raccolto, questa volta a causa dei violenti fenomeni atmosferici dovuti al cambiamento climatico. Da una parte la sfida può essere vinta facendo leva sul rialzo dei prezzi, ma dall'altro ci sono timori sulla qualità delle uve.






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2021 alle 21:48 sul giornale del 22 ottobre 2021 - 1132 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cp23





logoEV
logoEV
logoEV