Senigallia, una piccola ma importante città in provincia di Ancona

rotonda 4' di lettura Senigallia 13/10/2021 - Senigallia oggi è una piccola città in provincia di Ancona, nella regione delle Marche, che presenta un’importante porto che si trova alla foce del fiume Misa. Divenne una colonia romana nel 284 a.C. con il nome di "Sena Gallica", principale insediamento romano sulla costa adriatica, si trasformò in poco tempo in un'importante base militare per i romani. Prima ancora di diventare colonia romana era un insediamento dei Galli Senoni sin dal VI secolo a.C.

Dopo essere stata saccheggiata dai Visigoti, durante la calata dei Longobardi in Italia la città rimase sotto il dominio dell'impero bizantino, e insieme ad Ancona, Fano, Pesaro e Rimini e costituì la celebre Pentapoli Bizantina. Senigallia fu poi donata insieme alla Pentapoli allo Stato del Papa. Nel lungo periodo il paese incontrò una intrigante svolta finanziaria culmonata con la fondazione della celeberrima "Fiera della Maddalena".

Durante il Medioevo fu in conflitto con gli interessi delle aree urbane limitrofe, fondamentalmente con Fano, Jesi e Ancona, a causa delle contese tra gruppi guelfi e ghibellini in Italia. Senigallia fu poi vinta e messa al sacco dai soldati di Manfredi di Sicilia.

Vediamo in seguito alcune cose per le quali la Senigallia è riconosciuta.

Rocca Roveresca – un monumento imponente

Quando la città fu fondata dai romani, questa già presentava una struttura difensiva molto importante, in seguito fu integrata con pinnacoli e roccaforti. La famosa opera di Egidio Albornoz, la Rocchetta, è ancora visibile e nota come la è anche quella di Sigismondo Malatesta, la Rocca, aggiunta dopo nel 1450.

La costruzione di questo monumento è attribuita al genero di Federico III da Montefeltro, duca di Urbino, e cioè al principe Giovanni della Rovere di Senigallia. Il duca Federico raccomandò a Giovanni i migliori disegnatori dell'epoca: Luciano Laurana e Baccio Pontelli. Il progetto iniziò nel 1478 e decisi di adeguare l'edificio alle nuove esigenze prudenziali. Nel 1503 vinse la rocca Cesare Borgia, artefice della famosa strage di Senigallia, raffigurata da Niccolò Machiavelli. La Rocca Roveresca è un punto di riferimento senza precedenti perché roccaforte e sede della nobile residenza reale e dell'Accademia di Artiglieria fondata da Guidubaldo della Rovere nel 1533. La chiesa fu completata nel 1631 e l'edificio un tempo era utilizzato come prigione e residenza della chiesa. Oggi questa può essere visitata e ha presentazioni di artigianato e stimati eventi culturali.

La Rocca Roveresca fa parte delle tante altre attrazioni che appartengono alla cultura e alla storia di questa provincia che possono essere visitate. Inoltre è presente l’Area Archeologica Fenice dove è possibile scoprire i resti della Sena Gallica, il nucleo romano della città. I Portici Ercolani furono in passato i punti d’interesse della provincia, infatti questi vanno lungo la sponda del fiume Misa, il quale sfocia nel porto.

E infine, il Palazzetto Baviera, appartenente al periodo del Rinascimento, questo si trova vicino alla Rocca Roveresca. In passato apparteneva alla familia Baviera, che decorò il palazzetto in modo spettacolare, anche i soffitti delle stanze furono decorati da Brandani con pregevoli stucchi.

La celebre “Rotonda a Mare”

La Senegallia è famosa anche per il suo mare, essendo il cuore blu delle Marche ed infatti questa ha delle bellissime acque e spiagge. La più famosa è la “Velvet Beach” (“Spiaggia di velluto”), lunga 13km è la spiaggia con la più fine sabbia color oro, e qua il mare è quasi sempre calmo. Vicino si possono trovare diversi club dove andare la sera e luoghi di intrattenimento dove si può andare per bere, ballare e per gli amanti, giocare ai giochi di casino online.

Ritornando a parlare della Rotonda, sappiamo che è stata costruita negli anni ’30 ed è un molo costruito sul mare con un padiglione di forma rotonda alla fine di esso. Questa può essere visitata ogni giorno d’estate, in un certo intervallo, anche perché la Rotonda è stata utilizzata in passato come ristorante, sala da ballo e luogo perfetto per i matrimoni. Tutt’ora questa ospita diversi eventi, ma quando è libera merita di essere visitata per vedere almeno una volta la sua bellissima architettura e la vista sul Adriatico. Inoltre la Senigallia è famosa anche per i suoi festival estivi, uno di questi è il Summer Jamboree, viene dedicato alla cultura americana appartenente agli anni ’40 e ’50.






Questo è un articolo pubblicato il 13-10-2021 alle 11:21 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 677 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cn8Q





logoEV
logoEV
logoEV