Intolleranze alimentari? È possibile la diagnosi!

2' di lettura Senigallia 10/10/2021 - Le intolleranze alimentari fanno parte di un più vasto gruppo di disturbi definiti come reazioni avverse al cibo: si parla di intolleranza alimentare, piuttosto che di allergia, quando la reazione non è provocata dal sistema immunitario.

Le intolleranze sono più comuni delle allergie e le possiamo quindi considerare come un malessere scatenato dall'ingestione di particolari cibi, anche di uso comune, come ad esempio il grano, i latticini e le uova.

Esistono diverse tipologie di intolleranze alimentari. Quelle enzimatiche sono determinate dall'incapacità di metabolizzare alcune componenti dei prodotti alimentari (la più comune intolleranza enzimatica è quella al lattosio contenuto nel latte); mentre un altro esempio di intolleranza dovuta alla carenza di un enzima è rappresentato dal favismo.

Le intolleranze possono manifestarsi anche per la presenza in alcuni cibi di sostanze ad attività farmacologica (o che vengono prodotte dall'intestino a partire dagli stessi), come le amine vasoattive (es. istamina e tiramina), la caffeina e l'alcol etilico. Anche gli additivi alimentari (esaltatori di sapidità, dolcificanti, conservanti ecc.) sono spesso coinvolti.

Probabilmente, esiste una predisposizione alle intolleranze trasmessa per via ereditaria, tuttavia possono contribuire anche altri fattori, come malattie, stress, dieta squilibrata e alterazioni della flora batterica intestinale.

Le intolleranze alimentari possono causare vari disturbi ricorrenti e persistenti, soprattutto a livello gastrointestinale, dermatologico o respiratorio. A differenza delle allergie, i sintomi non si manifestano violentemente subito dopo l'ingestione degli alimenti, ma possono insorgere col tempo.

Nel caso delle intolleranze alimentari occorre ridurre considerevolmente per qualche settimana, i cibi responsabili del disturbo, sostituendoli con altri capaci di soddisfare le esigenze nutrizionali dell'organismo. Dopo questo periodo di disintossicazione, si può provare a reintrodurre gradualmente questi alimenti nell’alimentazione.

Vieni a scoprire da NATURHOUSE gli esclusivi prodotti naturali e PRENOTA LA TUA CONSULENZA rivolgendoti al personale qualificato del negozio NATURHOUSE di Senigallia in Via Cavour, 18 - Tel. 071 64368






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 10-10-2021 alle 23:56 sul giornale del 12 ottobre 2021 - 347 letture

In questo articolo si parla di attualità, pubbliredazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cm2R

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale





logoEV
logoEV