In arrivo una Tac per il Pronto Soccorso, il Tribunale del Malato tuona: “83% della somma destinato all’ospedale di Jesi”

ospedale di senigallia 2' di lettura Senigallia 03/08/2021 - Con la determina 385 del direttore generale Asur sono stati stanzianti 2 milioni 175 mila euro per l’acquisto di due tomogrofi computerizzati per l’elaborazione di immagini diagnostiche di sezioni o strati del corpo umano occorrenti all’Area Vasta 2, nelle sedi di Jesi e Senigallia. Il costo è di 1 milioni 800 mila euro per Jesi e di 375 mila euro per Senigallia.

«Questo investimento parla da solo – spiega Umberto Solazzi, presidente del Tribunale del Malato – se l’83% delle somme stanziante viene destinato a Jesi, è chiaro che si punta meno su Senigallia. Tra l’altro sono anni che il Tribunale del Malato fa pressione perché il Pronto Soccorso, assurdo non si accaduto fino ad ora, venga attrezzato con una tac. Ci è voluto il Covid per far capire ai vertici l’importanza di questo macchinario, gli stessi vertici che dovrebbero chiarire il perché di questo divario che c’è tra i due ospedali».

Un appalto da 5 milioni 329 mila euro, di cui 375 mila (100 mila per Jesi e 275 mila per Senigallia) sono i costi di attivazione a cui si aggiungono i 975 mila euro di iva più incentivi e oneri per la sicurezza, un investimento importante e secondo il Tribunale del Malato, mal calibrato perché il Principe di Piemonte necessita di un macchinario all’avanguardia, lo stesso atteso ormai da anni: «Ci siamo messi più volte a disposizione per dialogare – spiega Solazzi – perché anche noi, come Tribunale del Malato, dopo aver raccolto istanze per anni, potevamo rappresentare una voce importante, invece, nessuno ci ha interpellato. Non siamo nemmeno stati invitati all’incontro che si è svolto una settimana fa in Municipio, dove l’assessore Saltamartini ha parlato degli investimenti da più di 7 milioni di euro, soldi destinati alla Palazzina del Pronto Soccorso. Abbiamo chiesto di rincontrarci, collaborare insieme, invece non veniamo ascoltati, proseguiamo a raccogliere i problemi, ma purtroppo abbiamo le mani legate e, senza un ascolto, non possiamo fare molto».

Il Tribunale del Malato ha lavorato e fatto presente in più occasioni anche le problematiche che riguardano il laboratorio analisi, dove la mancanza di personale, ma anche le problematiche legate ai locali, hanno creato e continuano a creare disagi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2021 alle 17:22 sul giornale del 04 agosto 2021 - 522 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale del malato, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdlw





logoEV