Cgil Cisl e Uil lanciano l'allarme: preoccupazione per il futuro della Sanità

CGIL - CISL - UIL 1' di lettura Senigallia 21/07/2021 - Venerdì 16 luglio scorso Cgil Cisl e Uil di Senigallia, insieme alle Federazioni di Categoria del Pubblico lmpiego e dei Pensionati, hanno incontrato il Sindaco di Senigallia, Avv. Massimo Olivetti, per fare il punto della situazione dell'Ospedale "Principe di Piemonte".

Numerose e rilevanti le problematiche affrontate: dalla messa a norma complessiva della struttura, che versa in stato di decadenza e che necessita in modo evidente di opere murarie, al consolidamento dei Reparti di Rianimazione, UTIC, Radiologia e Pronto Soccorso; cgdal rafforzamento degli organici, sia nell'Area Sanitaria che Amministrativa, all'attivazione dei Servizi necessari per la gestione della stagione turistica, in particolare la Guardia Medica, la Dialisi e il Laboratorio analisi; dalla riorganizzazlone dei Reparti Covid alla predisposizione di una mensa interna e di un parcheggio gratuito per i dipendenti.

E' stata condivisa la preoccupazione per il futuro dell'Ospedale, specie alla luce delle decisioni che verranno adottate dalla Giunta regionale in sede di futura revisione del Piano Socio Sanitario Regionale.

"Dalla Regione finoro sono giunte solo promesse - sostengono i rappresentati di Cgil Cisl e Uil - mentre è arrivato il momento di fare chiarezza sul ruolo che il Presidio cittodino dovrà svolgere all'interno della rete ospedaliera dell'Area vasta 2, e quindi anche in rapporto ogli Ospedali di Jesi e Fabriano, rispetto ai quali chiediamo uno distribuzione armonica ed equilibroto delle varie Unità Operative. Al riguardo riteniamo fondamentale poter prendere parte all'incontro che I'Assessore regionale alla sanità, probabilmente accompagnato dal Presidente della Regione, terrà con i Sindaci delle Valli Misa e Nevola, e nel quale verranno affrontati i temi legati all'assistenza sanitaria, non solo ospedaliera ma anche distrettuale, del nostro territorio.

Riconoscendo l'impegno che il Sindaco Olivetti sta profondendo su questi temi, Cgil Cisl e Uil di Senigallia manifestano la disponibilità a lavorare insieme alla Regione e all'Area vasta 2, per partecipare ad una revisione in senso migliorativo del Piano Socio Sanitario Regionale. Se però venisse o mancare la possibilità di un confronto vero e concreto - concludono i Sindacati dei Pensionati - non, escludiamo iniziative di mobilitazione e proteste.




Cgil Cisl Uil


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2021 alle 12:05 sul giornale del 22 luglio 2021 - 331 letture

In questo articolo si parla di lavoro, cgil, comune di senigallia, cisl, uil, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbm2





logoEV
logoEV
logoEV