Comitato: "Oculistica, la domenica, vietato ammalarsi"

2' di lettura Senigallia 25/06/2021 - #BadNewsSanitàOspedale: il cartello affisso da già l'idea del (dis)servizio erogato. Ma quello che sconcerta è che alla Domenica è vietato ammalarsi perchè non è presente lo specialista Oculistico di reparto.

Piacerebbe sapere chi ha preso la soluzione ingegnosa di inviare i pazienti al Pronto Soccorso, intasandolo ancor più di come lo è già e soprattutto nel periodo estivo. Il servizio, in carenza di sette medici da mesi causa le mancate sostituzioni di pensionamenti o quant'altro, viene intasato anche da questa incombenza. E la Direzione Generale dell 'Asur, incaricata dal Prefetto di assumere medici per far fronte alle difficoltà, al momento non ha ancora preso provvedimenti significativi per migliorare la situazione nonostante l'impegno assunto. Qual'è stata allora la soluzione ingegnosa trovata, e da chi? (siamo sconcertati da una simile luminosa idea): un cartello affisso che informa di rivolgersi al Pronto Soccorso alla domenica a chi ha problemi oculistici.

Ricordiamo che l'Oculistica era (sic) una U.O. Complessa, con Primario e autonomia gestionale. Ora con l'avvento dell'AV2 è diventata una Servizio che fa interventi il mattino e da reperibilità notturna alternando le giornate e i weekend con Jesi, così fino a poco tempo orsono, e senza potere decisionale. Oltre che essere una reperibilità parziale (per cui si spera di capitare nel weekend giusto) il problema è che è una reperibilità inutile considerando che se il paziente necessità di intervento o di ricovero deve essere comunque mandato a Fabriano. A Senigallia non ci sono camere di degenza dedicate, si preferiscono altre organizzazioni magari ambulatoriali.

A queste penalizzazioni ora se ne aggiunge anche un'altra: quella della Domenica dove il cartello dice che non c'è lo specialista dedicato e di rivolgersi (doppio sic) al Pronto Soccorso. Il Comitato ha chiesto ufficialmente alla Regione sei UOSD con autonomia gestionale tra cui l’Oculistica, con un dirigente Responsabile che decida quale organizzazione di Reparto e che se nominato darebbe servizio anche alla Domenica ai pazienti che ne necessitano. Altro che intasare il Pronto Soccorso, trovate la differenza? Rispetto poi all’argomento “reperibilità” il Comitato chiede “ufficialmente” all’Azienda e/o Direzione Sanitaria quale è il “PIANO URGENZE EMERGENZE” previsto per l’ospedale di Senigallia. Nello specifico quali sono i Reparti che prevedono la continuità assistenziale oraria 08-20 e con quanti medici il pomeriggio e quanti prevedono la reperibilità notturna e festiva e con quanti medici. Inoltre chiediamo se a Senigallia è prevista (come prevede la legge) una guardia notturna e festiva per le medicine, una per le chirurgie e magari la guardia radiologica. Si attende risposta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2021 alle 09:47 sul giornale del 26 giugno 2021 - 380 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8D5





logoEV
logoEV
logoEV