Covid e nuove povertà: un Fondo di solidarietà per le famiglie marchigiane

2' di lettura Senigallia 19/05/2021 - Tra le conseguenze generate dal Covid ci sono le difficoltà di carattere economico per non poche famiglie del territorio.

E allora il Banco Marchigiano ha istituito il Fondo di solidarietà “Insieme per la comunità” dedicato proprio a quelle famiglie che, nel periodo pandemico, hanno subito un peggioramento delle proprie condizioni di vita. Una grave ripercussione di carattere socioeconomica del Covid di cui ne sanno molto i Gruppi di Volontariato Vincenziano, la Fondazione di Comunità Fano, Flaminia e Cesano e la Cooperativa San Vincenzo de Paoli di Senigallia, Associazioni marchigiane che si occupano di dare un supporto ai meno abbienti e con le quali il Banco Marchigiano ha stretto una sinergia per istituire il Fondo. L’Istituto bancario, infatti, ha stanziato circa 100 mila euro per sostenere quei nuclei familiari che verranno individuati proprio dalle tre Associazioni che operano in tutto il territorio regionale. I Gruppi di Volontariato Vincenziano-sezione Marche Odv, infatti, vantano 10 Gruppi dislocati in tutta la regione (tra cui Ancona, Civitanova Marche, Fermo, Macerata e Porto Sant’Elpidio), la Fondazione di Comunità segue capillarmente il territorio a nord delle Marche (Fano, Flaminia e Cesano) mentre la Cooperativa San Vincenzo de Paoli si occupa del territorio di Senigallia e zone limitrofe.

“In un contesto economico di estrema difficoltà per tante famiglie e fasce di reddito più deboli causato dal periodo pandemico che abbiamo e stiamo ancora vivendo – dice il Presidente del Banco, Sandro Palombini – ci è sembrata questa la direzione su cui agire con il nostro Fondo di solidarietà. Famiglie che fino a un anno fa si trovavano in ben altre condizioni e che poi il Covid ha trascinato in un tunnel fatto di perdita di lavoro e crescenti difficoltà”. Con il Fondo, il Banco stima di poter aiutare circa 250 famiglie marchigiane. "Siamo una banca cooperativa di prossimità – dice Marco Bindelli, Vice Presidente e Amministratore Delegato del Banco ai rapporti con il Credito Cooperativo - e pertanto il Consiglio di amministrazione ha deciso di attribuire una finalità mutualistica ad una parte degli utili che la banca riuscirà a generare destinandoli a chi più ne ha bisogno a causa dell’emergenza epidemiologica”.

“L’auspicio – conclude il DG del Banco, Marco Moreschi - è che anche altri soggetti in grado di farlo, possano attivare misure di supporto per le famiglie del territorio che stanno vivendo un periodo davvero difficile”. Dall'inizio della pandemia, testimoniano le tre Associazioni di volontariato, si è registrata un'impennata delle richieste di aiuto (pacchi alimentari, medicine, libri di scuola, computer per la didattica a distanza) da parte delle famiglie del territorio marchigiano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2021 alle 10:36 sul giornale del 20 maggio 2021 - 205 letture

In questo articolo si parla di attualità, Banco marchigiano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3Er





logoEV
logoEV