Montemarciano: 2° puntata di 'Raccontaci la tua laurea: ci interessa!' OS.I.A.MO

4' di lettura 11/05/2021 - I giovani neolaureati dott. Matteo Curzi farmacista e la dott.ssa Martina Campanelli ingegnere, giovedì 13 maggio ore 19:15 su ‘Adesso Web’, illustreranno le loro tesi di laurea, riguardanti due tematiche che ci coinvolgono tutti: ‘Terapie di supporto per l’Alzheimer’ e ‘Rigenerazione degli spazi urbani’.

E’ la rubrica online su ‘Adesso Web’ (https://www.facebook.com/livewebenonsolo), promossa dall’Osservatorio di Montemarciano per dare VOCE AI GIOVANI LAUREATI... e suscitare l’interesse della comunità al know_how della new generation, nella convinzione che il sapere è un ‘bene comune’ e il condividerlo non toglie nulla a chi lo ha raggiunto con impegno di studio e ricerca, ma è l’occasione per moltiplicarne i vantaggi per tutti, un arricchimento per tutta Montemarciano. Il Dott. MATTEO CURZI ha conseguito nel 2020 la laurea magistrale in farmacia presso l’‘Alma Mater Studiorum’ Università di Bologna sede di Rimini, Scuola di farmacia, biotecnologie e scienze motorie, Corso di studi in farmacia, con tesi dal titolo: ‘Le piante ad azione nootropa nella terapia di supporto per l’Alzheimer’ .

La malattia di Alzheimer è la principale forma di demenza nell’anziano, i cui meccanismi di azione non sono ancora esattamente chiariti, né esiste una cura risolutiva, ma solo trattamenti sintomatici nella fase iniziale, che non arrestano la malattia e hanno importanti effetti collaterali. Per questo si percorrono strategie terapeutiche alternative, tra cui gli studi degli effetti di piante medicinali con proprietà nootrope, che hanno raggiunto risultati positivi in vitro, con la prospettiva di studi clinici per la validazione della loro efficacia terapeutica. Nello stesso anno 2020, il medesimo ha conseguito l’abilitazione alla professione di farmacista.

La Dott.ssa ing. MARTINA CAMPANELLI ha conseguito nel 2021 la laurea magistrale in ingegneria edile-architettura presso l’Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea Magistrale Ingegneria Edile- Architettura, con tesi dal titolo: “NUTRIRE LA CITTÀ: strategie per il riciclo e la rigenerazione degli spazi urbani e produttivi di Sassoferrato”. La tesi si è incentrata sullo studio del territorio dell’Area Interna Pilota delle Marche, l’Appennino Basso Pesarese e Anconetano, e dei comuni lungo l’antica strada Clementina, esplorando le possibili riconnessioni dell’area interna al sistema della costa per risolvere il problema dell’inaccessibilità e dello spopolamento che caratterizza questo territorio periferico.

A seguito di un’analisi quali-quantitativa e di uno studio sulla vulnerabilità sismica di alcuni comuni dell’area interna, sono stati evidenziati i tratti tipici e distintivi che rappresentano le potenzialità intrinseche di questi territori. Si è deciso quindi di incentrare il progetto sul riciclo di un mulino abbandonato per convertirlo in un nuovo polo legato ai prodotti enogastronomici locali. A Montemarciano non c’è l’università, ma i laureati sì, purtroppo invisibili e dispersi, senza un punto di studio e ritrovo, un luogo adeguato e culturalmente stimolante da dove diramare idee e progettualità che qualifichino la vita culturale della città.

L’ascolto della loro storia universitaria rappresenterà un utile bussola per i più giovani nel discernere il percorso che li porterà a realizzare il proprio sogno, a superare le difficoltà connesse con l’inserimento in ambienti culturali e di vita sociale diversi, più aperti, ma anche più complessi, fino al conseguimento della desiderata laurea, all’emozionante piacere del traguardo raggiunto. Ma la loro stimolante storia sarà anche l’occasione per la comunità di Montemarciano di dibattere come meglio riconoscere il loro valore sociale e culturale? Perché il neolaureato che dalle università rientra in Montemarciano non si senta confinato nella piccineria quotidiana di un borgo sordo e sempre uguale.. perché dalla soddisfazione interiore di sentirsi voce nuova, non cada nella deprimente delusione di non poterla esprimere a nessuno che l’ascolti con interesse.

Perché non realizzare a Montemarciano un Centro Culturale Universitario dove studenti e universitari possano formarsi e confrontarsi, con il supporto di sala studi, biblioteca, mediateca connessa con il mondo ? Nel ringraziare per la gratuità della messa in onda online la piattaforma ‘Adesso Web’, OS.I.A.MO. invita a partecipare all’evento la cittadinanza tutta, in particolare i giovani studenti e universitari di Montemarciano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2021 alle 12:40 sul giornale del 12 maggio 2021 - 211 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2w6





logoEV
logoEV