A tutta velocità con il giovanissimo Matteo Gabarrini: “Sono soddisfatto dei miei risultati e mi concentro sul presente’’

2' di lettura Senigallia 07/05/2021 - Vivere Senigallia prosegue gli incontri con i protagonisti dell’attività sportiva locale. Quest’oggi conosciamo Matteo Gabarrini, giovanissimo centauro (classe 2009), figlio del noto ingegnere Ducati Cristian Gabarrini (che avevamo avuto il piacere di intervistare). Ci racconta la sua passione e le sue ambizioni.

Quando e come nasce la tua passione per le moto?

‘’È iniziata a 7 anni, incuriosito anche dal lavoro di mio padre. Ho iniziato la mia esperienza con una moto da cross per bambini nel giardino di casa, seguito da mio papà’’.

Qual è l’episodio della tua ancora giovanissima carriera che ricordi con maggior piacere?

‘’Il ricordo più bello è la mia prima vittoria in minimoto al Campionato UISP Emilia Romagna all’età di sette anni. In quella gara ho battuto quello che era in quel momento il campione in carica; partivo terzo e negli ultimi due giri sono riuscito a recuperare sui primi due e a superarli in un punto velocissimo della pista dove non si sarebbero mai aspettati un sorpasso. Per me è stata una grande soddisfazione’’.

A 11 anni (quasi 12) stai già ottenendo ottimi risultati che fanno ben sperare: quanta la soddisfazione? Come vedi il tuo futuro sulle due ruote?

‘’In questa stagione ho debuttato nel Campionato Italiano Velocità Junior nella categoria MiniGp 50 con il Team Pasini Racing di Brescia. Vincere al debutto, su una pista come quella di Magione, è sicuramente una grande soddisfazione ma il difficile viene adesso perché dovrò cercare di mantenere questo livello di risultati. Per adesso non penso al futuro ma preferisco rimanere concentrato a fare bene in questa stagione’’.

Tuo padre, Cristian Gabarrini, è un’importante figura del panorama motociclistico, come vivi questo aspetto? È per te un’ulteriore motivazione?

‘’Sicuramente mio papà mi è stato di molto aiuto nell’imparare a guidare una moto da corsa e tutta la mia famiglia mi ha sempre sostenuto in questa avventura. Lavorando lui in questo ambiente mi da una motivazione extra per impegnarmi ancora di più’’.

Obiettivi e ambizioni per il futuro?

‘’Il mio obiettivo di quest’anno è vincere il Campionato Italiano e cercare di entrare nei Talenti Azzurri della Federazione Motociclistica Italiana. L’essere riuscito a vincere la prima gara mi dà una forte motivazione nel continuare ad allenarmi duramente in moto e contemporaneamente impegnarmi al massimo nello studio’’.






Questa è un'intervista pubblicata il 07-05-2021 alle 08:58 sul giornale del 08 maggio 2021 - 1740 letture

In questo articolo si parla di sport, intervista, edoardo diamantini e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZR4

Leggi gli altri articoli della rubrica Il mondo sportivo