Controlli della Polizia: un arresto e una denuncia

2' di lettura Senigallia 05/05/2021 - Nel corso del lungo fine settimana compreso tra il 1° maggio e la festa di San Paolino, il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia, unitamente al personale della Polizia Stradale e della Polizia Locale, su disposizione del Questore di Ancona, è stato impiegato in numerosi servizi di controllo diretti sia ad accertare il rispetto delle regole disposte per la prevenzione della diffusione del contagio che per la prevenzione e repressione dei reati.

I controlli hanno riguardato oltre 250 persone e 150 veicoli, inoltre le verifiche sono state estese ad oltre 50 esercizi pubblici, senza che siano state rilevate violazioni.

Sotto il profilo della prevenzione e della repressione dei reati continua costante l’impegno del personale del Commissariato di Polizia che, nel periodo in oggetto, ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’autorità giudiziaria nei confronti di un soggetto, 40enne, di origine dell’est europa ma da tempo residente a Senigallia.

Questi infatti è stato raggiunto dal provvedimento che ne ha disposto la traduzione al carcere di Montacuto, poiché condannato definitivamente, per essersi reso responsabile di diversi episodi di reati predatori, alla pena della reclusione di 3 anni circa, cui hanno dato esecuzione gli agenti del Commissariato di Polizia di Senigallia.

Nel corso dei controlli notturni, gli agenti del Commissariato lungo la via ex Arceviese notavano un veicolo transitare e, data l’ora tarda, decidevano di procedere al controllo dell’autovettura. Alla guida veniva trovata una donna, 50enne, di origine dell’est europa residente nell’entroterra senigalliese.

La donna, fin da subito, non era in grado di fornire una spiegazione circa la sua presenza nonostante la vigenza del lockdown. Inoltre dagli accertamenti svolti emergeva che la stessa risultava destinataria della misura di prevenzione personale di divieto di ritorno nel comune di Senigallia per 3 anni emesso dal Questore di Ancona.

Pertanto i poliziotti, alla luce di quanto emerso, procedevano a contestare alla donna la violazione amministrativa rispetto al divieto previsto in relazione all’emergenza in atto, applicando la sanzione pari a 533 euro; inoltre la donna veniva deferita in stato di libertà per l’inottemperanza al divieto di ritorno presso il territorio del comune di Senigallia emesso dal Questore di Ancona.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2021 alle 17:17 sul giornale del 06 maggio 2021 - 2971 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1RB