Conosciamo il footvolley con Nicolò Canonici: ‘’È uno sport propedeutico a tutte le discipline ed età, vogliamo promuoverlo a tutti gli sportivi e inserirlo nelle scuole calcio!''

3' di lettura Senigallia 08/04/2021 - Continuano i nostri incontri con i protagonisti dell’attività sportiva locale. Quest’oggi abbiamo fatto quattro chiacchere con Nicolò Canonici, giocatore e istruttore di calcio, insieme ad altri soci ha da poco costituito la ‘’Senigallia Footvolley’’. Ci illustra questa interessante disciplina praticata sulla spiaggia e qualche suo aneddoto legato al mondo calcistico.

Vivere Senigallia (Edoardo Diamantini): Quando e come nasce la tua passione per il calcio?

Nicolò Canonici: Ogni domenica andavo con mio padre allo stadio (Cipriano Canonici detto ‘’cip’’, in pochi non lo conoscono a Senigallia!); e lui era allenatore di una squadra di calcio prima di fondare, più di 20 anni fa, la Scuola Calcio Vigorina insieme ad altri componenti. Sto quindi seguendo le sue orme, perché oltre alla passione nel giocare, ho iniziato subito a far l’allenatore con i più piccoli all’età di 17 anni.

Vivere Senigallia: Come reputi la tua esperienza da calciatore? Nelle varie categorie nelle quali hai giocato, hai un episodio che ricordi con maggior piacere e ti piacerebbe raccontarci?

Nicolò Canonici: Da calciatore diciamo che sono stato un po’ sia sfortunato che svogliato: dotato di molta tecnica e visione di gioco, ma pagavo una scarsa fisicità… Ho giocato in prima categoria con il Marzocca, Ponterio e Falconara, per poi approdare al Senigallia Calcio. Sicuramente ricordo con molto piacere la vittoria del campionato a Ponterio e la salvezza ai playout con il Marzocca!

Vivere Senigallia: Insieme ad altri ragazzi senigalliesi (Gianmarco Morganti, Lorenzo Tassone e Alberto Giraldi) hai recentemente fondato la ‘’Senigallia Footvolley’’, ‘’sfidando’’ la pandemia e lanciando un bel segnale sia sportivo che morale. Come e da dove nasce l’idea di questo interessante progetto? Quanto l’entusiasmo per questa nuova avventura?

Nicolò Canonici: Il progetto nasce grazie a Morganti e Tassone che vivono a Barcellona e grazie alla loro ‘’esperienza spagnola’’ vogliamo ricreare qua lo stesso movimento che piano piano vi sveleremo e faremo conoscere. Non poteva mancare Alberto Giraldi con cui collaboro da anni e in estate organizziamo Camp di calcio per bambini. Il progetto sarà a breve svelato nel suo completo a tutti gli associati e curiosi di scoprire questa disciplina.

Vivere Senigallia: Consiglieresti questa disciplina a chi non ha mai giocato a calcio? Un giocatore non abituato ai dettami del calcio può, secondo te, ‘’ritrovarsi’’ lo stesso nel gioco del footvolley? Ci sono diverse opinioni a riguardo…

Nicolò Canonici: Assolutamente si! A livello nazionale tra i più forti giocatori di footvolley ci sono anche professionisti di basket e pallavolo, questo è un gioco di lettura e posizione in campo, i gesti fondamentali sono il colpo di testa e di petto, quindi è assolutamente sbagliato pensare che senza “piedi buoni” non si può giocare. Questo sport è propedeutico al calcio per molti aspetti condizionali e coordinativi, abbiamo la fortuna di vivere al mare e in estate quando le scuole calcio sospendono l’attività è davvero un occasione per mantenere le abilità e migliorarle. Una disciplina non esclude l’altra! Parlando anche in un contesto di organizzazione dell’attività, molti riescono a inserire un allenamento di footvolley tra quelli settimanali di calcio.

Vivere Senigallia: Obiettivi e ambizioni per il futuro?

Nicolò Canonici: Far conoscere questa disciplina affinché sia riconosciuta come sport olimpico e… Perché no? Che magari proprio un nostro associato possa rappresentare l’Italia ai prossimi giochi estivi! Avvieremo anche collaborazioni con società locali per inserire il footvolley nelle scuole calcio.






Questa è un'intervista pubblicata il 08-04-2021 alle 23:59 sul giornale del 10 aprile 2021 - 970 letture

In questo articolo si parla di sport, intervista, edoardo diamantini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bT9O

Leggi gli altri articoli della rubrica Il mondo sportivo