Addio al dj Claudio Coccoluto, era stato protagonista anche delle notti disco della spiaggia di velluto

2' di lettura Senigallia 02/03/2021 - Si è spento a 59 anni Claudio Coccoluto. Il dj italiano, di fama internazionale è stato vinto da una malattia contro cui lottava da un anno.

Originario di Gaeta, nel corso della sua lunga carriera ha suonato in moltissimi locali ed eventi sia italiani e che internazionali, diventando uno dei punti di riferimento della scena dance e ha fatto ballare una generazione tra la fine degli anni '90 e i primi 2000.

Aveva cominciato a fare il dj per hobby a 13 anni, nel negozio di elettrodomestici del padre. Le sue prime esperienze poi al Seven Up di Formia nel 1980. Nel 1985 interrompe gli studi per dedicarsi professionalmente al mixaggio. All'epoca suonava all'Hysteria accanto a Marco Trani. Oggi lavora in tutto il mondo. Non sono passate inosservate le sue performance al Pussy Galores nella discoteca le Cinema di Milano, in pratica le prime one night nel 1990. Il suo nome è passato anche per il Peter Pan di Riccione, l'Ecu di Rimini e lo Zen di Sperlonga. E' stato dj resident anche al Queen di Parigi.

Della su professione diceva, “Per me la vera missione del DJ è porsi positivamente tra quello che la gente vuole sentire e quello che l'industria musicale vuole propinare. Il Dj per me ha il difficile ruolo di fare da filtro, per fare in modo che il livello culturale musicale cresca e tenga a bada il consumismo.” Una passione per la musica intesa non solo come divertimento, ma come cultura vera e propria.

Dj Coccoluto era stato anche il re delle notti senigalliesi facendo ballare per anni intere generazioni di ragazzi negli anni '90 quando era lo special guest nelle discoteche della spiaggia di velluto.






Questo è un articolo pubblicato il 02-03-2021 alle 10:14 sul giornale del 03 marzo 2021 - 2153 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQBq