x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Laboratorio analisi: Comitato, "La soluzione possibile è a portata di mano"

3' di lettura
678

da Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia
fb/ComitatoDifesaOspedaleSenigallia


comitato cittadino difesa dell'ospedale

Abbiano fatto decine di comunicati in merito alla mala gestione del Laboratorio Analisi, non certamente dovuta al personale che vi lavora: gentile, disponibile, professionale ma che nulla può se non vengono presi i provvedimenti che più volte abbiamo indicato come necessari al Servizio.

In prima istanza occorre nominare il Responsabile, con autonomia gestionale e economica, e non un facente funzioni come ora, senza alcun budget economico e che deve rispondere al Primario che sta però a Jesi. Detto questo occorre porre rimedio alla carenza cronica del personale sanitario: assunzione di Biologi e Tecnici di laboratorio per processare gli esami, ora ampliatisi in seguito a numerosi prelievi di tamponi molecolari effettuati giornalmente in seguito alla pandemia. Inoltre occorre porre rimedio alla carenza del personale tecnico/amministrativo per l’accettazione degli gli esami ematici da fare. Il personale è sempre sotto organico, su 5 potenziali risorse molte volte quelle presenti sono due e alle volte anche una sola senza che nessun responsabile provveda alla loro sostituzione.

I dirigenti non sono nominati solo per scaldare la sedia ma anche per provvedere a soddisfare le esigenze dei lavoratori e dei cittadini altrimenti questi si rivolgono alle strutture private accreditate. Cosa che purtroppo sta avvenendo ed è sotto gli occhi di tutti tranne quelli di coloro, i dirigenti, che sono pagati per svolgere questo ruolo e che avrebbero il dovere di trovare le soluzioni adeguate. I cittadini hanno diritto alle cure nella sanità pubblica, art.32 della costituzione, e per questo stanno protestando.

Non più tardi di 15 giorni or sono un lettore ha scritto direttamente all’Assessore Regionale Saltamartini lamentando carenze strutturali e gestionali. Un’altra protesta pubblica è apparsa sempre nei confronti del Laboratorio con questo titolo: "Ora ha toccato il fondo. Più di un'ora fuori al freddo, e con prenotazione" Non possiamo più accettare queste situazioni sulla mala gestione sanitaria di questo Servizio. Il Direttore Sanitario, il Direttore di Area Vasta 2, il Direttore dell’Asur e l’Assessore Regionale Saltamartini debbono trovare subito una soluzione.

Noi due proposte fattibili le abbiamo fatte ma siamo rimasti inascoltati. La prima soluzione proposta è quella di cambiare immediatamente palazzina, trovare un posto idoneo e a norma tra le strutture storiche o all’interno di uno dei due monoblocchi che hanno alcuni piani completamente vuoti o sottoccupati.

La seconda è di mantenere il Laboratorio Analisi nella palazzina attuale con questi “step”: 1) trasferire il Misa Soccorso e le Ambulanze nella palazzina della Camera mortuaria;

2) traslocare gli Uffici li allocati al sesto piano del monoblocco e assegnare quegli spazi al Misa Soccorso. In questo modo la palazzina attuale del Laboratorio rimarrebbe TUTTA per il Servizio e i pazienti entrerebbero dal lato dell’orologio smarcatempo per uscire, dopo un lungo corridoio dove sosterebbero senza disagi, dal lato opposto. Ecco che tanti disservizi si eliminerebbero. Non è difficile, basta uno sforzo di volontà: aspettiamo risposte dalla Direzione Sanitaria sulle soluzioni proposte.



comitato cittadino difesa dell'ospedale

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2021 alle 09:27 sul giornale del 16 febbraio 2021 - 678 letture