Romano sulla frase schock di Pizzi sul Covid: "Ad un mese il vice sindaco non ha ancora chiesto scusa"

1' di lettura Senigallia 28/01/2021 - Oggi è un mese esatto da quando il vicesindaco, condividendo parola per parola un testo a dir poco terribile, non ha ancora chiesto scusa ai cittadini senigalliesi. Ciò che inquieta è l'arroganza politica, al di là della condivisione di concetti a dir poco aberranti.

Ora non c'è più un avversario da criticare, un post da inserire per sobillare le persone contro. Ora c'è la parte in cui si governa. E bisogna saper stare al proprio posto. In tutto questo il Sindaco derubrica anche lui la vicenda affermando "Quella frase non rispecchia il mio pensiero e credo neanche quello degli assessori di Giunta ma in democrazia c'è libertà di pensiero".

Non appena si riunirà il consiglio comunale (lo aspettiamo da fine dicembre, ma prima viene l'audizione del Presidente del Consiglio Regionale Latini che dopo le sue visioni sull'aborto ci verrà a spiegare il ruolo della democrazia e delle assemblee elettive) discuteremo di queste dichiarazioni, ma è imbarazzante che dopo 30 giorni il Vicesindaco non abbia ancora chiesto scusa. Non a me, non al Partito Democratico, ma ai cittadini senigalliesi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2021 alle 12:18 sul giornale del 29 gennaio 2021 - 472 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd, dario romano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bLwi