Doppio senso di marcia Lungomare Ciarnin, i residenti al Comune: "Chiediamo risposte"

2' di lettura Senigallia 24/01/2021 - Riceviamo da un gruppo di residenti una proposta in merito al doppio senso di marcia del Lungomare da Vinci che giriamo all’attuale Amministrazione Comunale.

“”Ricordiamo che noi cittadini e residenti al Ciarnin non ci siamo dimenticati nè tanto meno rassegnati. Era marzo 2019 quando l’ex-sindaco Mangialardi rispondendo alla domanda di un radioascoltatore a proposito all’eventuale pista ciclabile e il senso unico sul lungomare L. Da Vinci, rispondeva così: SE facciamo la pista ciclabile, ripetiamo , “SE facciamo la ciclabile dovremo mettere il senso unico, però capisco i disagi che ci saranno per i residenti e imprenditori, per cui stiamo studiando le alternative e vedremo come risolverli.”

Il mattino del 7 gennaio 2020 sono iniziati i lavori per la ciclabile e con il senso unico sono arrivati anche i disagi per i residenti. Ci siamo rivolti più volte l’attuale amministrazione che ha promesso avrebbe risolto almeno in parte, o per un certo periodo dell’anno, i disagi che tuttora sussistono. Ricordiamo che per qualsiasi servizio si abbia bisogno, scuole, farmacie, medico, ospedale, alimentari, ecc. si devono percorrere in senso opposto alla meta (Senigallia città) 2,35 km per poi tornare al punto di partenza, cioè circa tre volte la distanza programmata.

Non si vuole certo togliere la ciclabile ma con opportune modifiche a norma di legge si può fare il doppio senso di marcia anche per le auto. Si fa inoltre presente che essendo la strada a senso unico le auto vanno a velocità più elevata che negli anni precedenti, pur essendoci il limite dei 30 km/h. In molte città Italiane ci sono strade con ciclabili e doppio senso di marcia per le auto per cui a maggior ragione, essendo questo tratto di lungomare senza vie parallele, SAREBBE necessario con opportuni accorgimenti a norma di legge, ripristinare il doppio senso di marcia. Se si pensa che con questo cambiamento si aumenti il pericolo per i ciclisti ciò è molto discutibile perché l’state scorsa, con la ciclabile e il senso unico di marcia, ci sono stati più incidenti tra ciclisti che negli anni passati.

Qualcuno dice che bisogna pensare per i nostri figli con più mobilità sostenibile. Perché forse noi non siamo d’accordo? Questo si risolve chiudendo le strade? O semplicemente facendo più ciclabili che magari costringono i nostri figli o nipoti ad andare ad abitare da altre parti per i disagi che si sono moltiplicati? Fiduciosi che l’attuale Amministrazione, possa risolvere almeno per buona parte dell’anno come aveva promesso più volte, l’attuale situazione.” I cittadini aspettano una risposta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2021 alle 10:30 sul giornale del 25 gennaio 2021 - 1813 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKTD





logoEV
logoEV