Ponte 2 Giugno carrabile, lungomare a doppio senso: Fiab, "Si valutino costi-benefici di questi progetti"

2' di lettura Senigallia 21/01/2021 - Il 2021 sarà un anno fondamentale per la ciclabilità e per definire quale sarà la Senigallia del Futuro. Le notizie che trapelano, sono quelle di un ponte 2 Giugno carrabile, di un lungomare a doppio senso, di una piazza Simoncelli ancora adibita a parcheggio auto.

Mentre tutte le città virtuose tendono a creare zone pedociclabili all’interno delle cittadelle storiche e negli spazi destinatI al turismo (da ultimo il progetto appena approvato di trasformare uno dei simboli del traffico, gli Champs Elysees, in una area senza auto), Senigallia sembra andare controcorrente.

Ponte 2 Giugno tornerà ad essere carrabile durante i giorni feriali.

Ci sembra totalmente inopportuno. Cambiare la destinazione d’uso degli spazi pubblici a Intermittenza, crea confusione nei cittadini, aumentando il rischio e la pericolosità. Inoltre si interromperebbe il percorso ciclabile che dal lungomare sud arriva fino al quartiere Cesanella. Una ciclabile a singhiozzo è un percorso pericoloso, che crea disagi per gli utenti e disincentiva l’utilizzo della bicicletta. Inoltre molti esercizi commerciali sono contrari al ponte carrabile. Per alleviare i presunti disagi di alcune attività, si potrebbe considerare un doppio senso di marcia carrabile fino a via Smirne, modificando i sensi di circolazione del quartiere Porto. Si potrebbero allestire tavoli istituzionali per ascoltare e venire incontro alle esigenze di quei commercianti che ritengono che il ponte off limits alle auto possa portar loro dei disagi.

Riportare il lungomare sud a doppio senso di circolazione, è una spesa inutile è deleteria, sia per il commercio che per la qualità della vita dei cittadini. Ancora una volta, si privilegia l’auto alla bicicletta e ai rapporti sociali, la velocità all’ambiente e al futuro.

Alcuni progetti già in essere, sembrano essere congelati: la ciclovia Adriatica e la pedonalizzazione del centro erano gli obiettivi minimi per creare una città sostenibile per chi ci abita ed attraente per i turisti in tutti i periodi dell’anno.

Chiediamo all’amministrazione di effettuare analisi costi-benefici di questi progetti. Di osare. Di pensare alle generazioni future e non agli interessi dei pochi che alzano la voce.

FIAB Senigallia è disponibile al confronto ed a contribuire fattivamente a progetti virtuosi, per fare di Senigallia una città rivolta al futuro.

da Fiab Senigallia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2021 alle 09:59 sul giornale del 22 gennaio 2021 - 2788 letture

In questo articolo si parla di attualità, FIAB Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKrl





logoEV