Diritti al Futuro ricorda i cento anni del Partito Comunista Italiano

2' di lettura Senigallia 21/01/2021 - Cent’anni fa, il 21 gennaio 1921, a Livorno partiva la lunga storia del Partito Comunista Italiano. Nato come Partito Comunista d’Italia, il PCI ha attraversato da assoluto protagonista tutte le fasi del nostro Paese. Dalla lotta in clandestinità contro il regime fascista durante il Ventennio alla guerra di Liberazione dal nazifascismo combattuta in prima linea, dalla ricostruzione postbellica alla lotta contro il terrorismo, il PCI è sempre stato un baluardo di democrazia e legalità, anche nelle sue contraddizioni.

Nelle tante battaglie di cui è stato alfiere, ha sempre perseguito gli ideali di libertà, equità, giustizia sociale e pace e fratellanza fra i popoli e tutti noi, anche chi comunista non è mai stato, anche chi non ne condivideva le idee, anche chi combatté aspramente il suo operato politico deve un pezzetto della nostra società contemporanea del benessere alle lotte delle comuniste e dei comunisti del nostro Paese.

Oggi, l’Italia è attraversata da sfide e problematiche sempre più difficili e complesse e i divari fra i pochi ricchi e una moltitudine di poveri o quasi poveri aumenta, come aumentano le diseguaglianze sociali, le iniquità, le prevaricazioni anche violente e le tensioni interne e internazionali, ampliate dall’emergenza epidemiologica. Di fronte a queste gravi problematiche, le risposte da dare e le soluzioni da fornire devono essere contemporanee, aggiornate e declinate alle varie realtà, ma gli ideali per cui il PCI così a lungo combatté sono più attuali che mai.

Anche nella nostra città, il Partito Comunista Italiano ha lasciato una profonda e positiva eredità: quasi sempre alla guida dell’amministrazione comunale, il lavoro al servizio della comunità delle donne e degli uomini delle varie sezioni senigalliesi ha consentito a Senigallia di essere la città che è stata per tanti decenni, da decenni, una città all’avanguardia, aperta, pronta alle sfide del rinnovamento e del futuro.

Diritti al Futuro, soggetto plurale della sinistra senigalliese, ha raccolto e si adopera per armonizzare con le altre tradizioni della sinistra e dell’ambientalismo le istanze, gli ideali, i sogni delle tante compagne e dei tanti compagni che hanno servito la città, la regione e il Paese, auspicando che nella nostra città le divisioni e i frazionamenti fra i tanti che si riconoscono in queste nobili idee finiscano e lascino spazio al dialogo e a un percorso comune fra tutte le compagne e i compagni, per cui Diritti al Futuro non può che ricordare la centenaria storia del PCI, dei suoi ideali, dei suoi valori e dell’imprescindibile ruolo che ha avuto nella costruzione e nella difesa democratica del nostro paese e della nostra città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2021 alle 10:40 sul giornale del 22 gennaio 2021 - 262 letture

In questo articolo si parla di attualità, sinistra in festa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKsS





logoEV
logoEV