Macchie sulla pelle: quali sono le cause?

5' di lettura Senigallia 21/01/2021 - Diverse persone, soprattutto donne, sono colpite dall’inestetismo delle macchie sulla pelle. Quelle in oggetto sono aree della cute caratterizzate da iperpigmentazione: si accentuano quando si è esposti al sole, e si distinguono nettamente dal resto del viso per il loro colore più scuro.

Tuttavia tali chiazze possono essere anche di un altro tipo, provocate cioè non da ipermelanosi (un aumento della melanina) bensì da ipomelanosi (una diminuzione della stessa, ragion per cui le macchie sono più chiare rispetto ad altre zone del volto). Questa problematica dell’epidermide, quindi, varia a seconda delle circostanze!

Le cause di questo difetto sono potenzialmente numerose, ed è dunque importante individuare quelle più rilevanti per porre rimedio nel modo migliore. L’ideale è parlarne con il medico di fiducia, o comunque con un esperto del settore. Nel frattempo, però, puoi provare ad affievolire le macchie con qualche semplice, utile accorgimento.

Consigli contro le macchie della pelle

Prima di elencare tutti i maggiori fattori che determinano la comparsa delle macchie sulla pelle, vediamo quali sono gli stratagemmi più efficaci per prevenirle ed eventualmente per attenuarle.

Devi sapere, innanzitutto, che non di rado questo disturbo si aggrava con la menopausa. Infatti in questa fase la cute tende a essere più fragile, priva di difese, ed è contraddistinta da una distribuzione poco uniforme della melanina. Ne deriva la necessità di combattere l’invecchiamento dei tessuti con l’ausilio dei cosmetici giusti.

Per esempio, quelli alla bava di chiocciola rappresentano un ottimo supporto da questo punto di vista. Tale ingrediente è antiossidante e protettivo: è un nostro prezioso alleato nella lotta alle macchie cutanee.

Le creme alla bava di lumaca si inseriscono nel catalogo di Nuvò Cosmetic, azienda leader nell’ambito del benessere sin dal 2014. Il brand si serve solo ed esclusivamente di metodi green per l’estrazione della bava, affinché gli animali non ne ricevano alcuno stress.

Nuvò ha una vision basata sull’ecosostenibilità e sul desiderio di tutelare la salute della clientela con prodotti del tutto sicuri. Una volta ricavata, la bava è filtrata in laboratorio con la massima scrupolosità – il che ne garantisce la qualità elevatissima.

Questa sostanza è un eccellente coadiuvante in caso di iperpigmentazione. Per il resto, adotta uno stile di vita sano a favore della tua pelle e cerca di evitare periodi prolungati di tensione. Mangia in maniera equilibrata, mettendo da parte il più possibile i cibi grassi, fritti, pieni di sale o di zucchero.

L’invecchiamento della cute

Passiamo alle cause principali delle macchie, iniziando con quella che già abbiamo sottolineato poco prima: l’invecchiamento del derma.

Questo inestetismo è annoverato tra i più diffusi segni del tempo, e come già detto spesso si acuisce nel corso della menopausa. Durante questa fase così delicata la distribuzione della melanina diventa disomogenea, un fenomeno accentuato dall’aumento dei radicali liberi.

Vi sono delle abitudini che non fanno altro che peggiorare la situazione, come il fumo e l’alcool. Sono entrambi acerrimi nemici della nostra pelle! Senza dimenticare, ovviamente, una cattiva alimentazione.

Gli ormoni

Le chiazze sull’epidermide nascono, talvolta, dagli squilibri ormonali.

È per tale motivo che le donne sono più soggette a questo disturbo rispetto agli uomini, specialmente se aspettano un figlio. Lo stesso discorso si applica al cosiddetto climaterio, ossia il periodo più o meno lungo che precede la menopausa.

Una piccola curiosità: le macchie sulla pelle che si formano in gravidanza sono indicate anche con il nome di melasma, mentre quelle legate alla menopausa sono chiamate cloasma. In generale, un fattore scatenante fondamentale è un cambiamento della concentrazione della melanina nelle singole zone del viso.

L’assunzione di alcuni farmaci

Vi sono dei farmaci che possono incrementare la presenza delle macchie sulla cute. Tra questi ricordiamo:

  • gli antimicotici;

  • gli antibiotici;

  • gli antistaminici;

  • i medicinali diuretici.

Nel nostro elenco, inoltre, includiamo anche la pillola anticoncezionale. Essa comprende una serie di ormoni, tra cui gli estrogeni e il progesterone: questi reagiscono alla luce del sole, un elemento che determina la comparsa dell’inestetismo.

L’acne

Acne e macchie dell’epidermide possono essere connesse tra loro. In che modo?

Quando si ha il volto coperto da brufoli, succede di avere la tentazione di schiacciarli. Questa non è mai una buona soluzione, dato che non solo i foruncoli si irritano ancora di più, ma spesso lasciano anche delle leggere cicatrici o – appunto – delle macchie.

Lo stress

Parlando delle cause di questi fastidiosi aloni cutanei, una menzione d’onore spetta allo stress.

Soprattutto se l’ansia, le preoccupazioni e la tensione si accumulano, e non sono gestite in maniera corretta, il fegato ne risulta danneggiato. Ciò perché il metabolismo è soggetto a un rallentamento, e il corpo incontra delle difficoltà nei processi di eliminazione delle tossine.

Di conseguenza, può avvenire la produzione di sostanze tossiche per il nostro organismo. Ed è così che iniziano a formarsi le macchie sulla pelle.

I raggi UV

Per concludere, non è raro che l’iperpigmentazione sia provocata da un’esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti.

Questo vale sia per il sole, in particolare nelle ore più calde della giornata, sia per le lampade abbronzanti. Queste ultime, ad esempio, sono progettate proprio per stimolare l’ipermelanosi.

Per quanto riguarda il sole, esso di base fa bene alla pelle, ma non bisogna mai esagerare e – in contesti come la spiaggia – è opportuno utilizzare una crema protettiva di qualità. Attenzione ai profumi: questi possono dare origine ad aloni nelle aree in cui vengono applicati, se ci si espone subito dopo alle radiazioni UV.






Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2021 alle 18:01 sul giornale del 21 gennaio 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ5V





logoEV
logoEV
logoEV